Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

ROMA, 17 gennaio 2020 - Vigilia di Lazio-Sampdoria, i biancocelesti apriranno il girone di ritorno con l'anticipo di sabato alle 15. Archiviata la Coppa Italia con la vittoria schiacciante sulla Cremonese, i capitolini si proietteranno nuovamente al campionato, dove sono reduci da 10 vittorie consecutive. "Abbiamo avuto un girone d’andata strepitoso ma il nostro obiettivo è quello di ricominciare quello di ritorno come abbiamo chiuso la prima parte. Sappiamo però di trovare davanti avversari che renderanno il nostro cammino difficile. Aldilà di guardare la distanza che c’è adesso dalle altre penso che dobbiamo guardare al nostro percorso. Le nostre competitor hanno le stesse possibilità di far bene come abbiamo fatto noi. Non sarà semplice, ogni domenica ci sono delle insidie. Tutte proveranno a migliorarsi", le parole di Simone Inzaghi, intervenuto in conferenza stampa. 

Il tecnico biancoceleste dovrà fare i conti con l'infermeria. Diversi i calciatori alle prese con dei problemi fisici, su tutti a preoccupare è Correa: "Marusic non è ancora pronto e domani non ci sarà. Cataldi ha avuto un problema con la Cremonese e sarà fuori per almeno 15/20 giorni. Ha giocato tre partite non al meglio e bisogna fargli solo un plauso. Ha voluto esserci in queste gare, ma adesso è giusto che si fermi. Correa è un generoso, l’abbiamo fermato per tre giorni, anche se non completamente, ha svolto un lavoro in palestra e con i fisioterapisti. Oggi faremo una prova, vedremo quali saranno le sue risposte. Avremo un ciclo di partite intense". Inzaghi dovrà fare attenzione anche ai diffidati. In particolare i due difensori Radu e Acerbi, che in caso di cartellino giallo salterebbero il derby con la Roma: "Non farò calcoli. Penserò solo alla partita di domani. La Sampdoria è una squadra in forma, organizzata e solida. Può ribaltare l’azione in qualsiasi momento con i suoi attaccanti che sono molto bravi e saranno degli osservati speciali". Chiosa finale sul mercato e sull'obiettivo: "Il mese di gennaio è molto impegnativo e anche febbraio inizierà allo stesso modo. Sul mercato stiamo vedendo con la società. Il nostro obiettivo è di migliorare la rosa, se non ci sarà l’occasione proseguiremo con questi calciatori. Non avendo più l’Europa League dopo queste settimane torneremo alla normalità con una partita a settimana. Noi abbiamo ben in testa quale sia il nostro obiettivo. Dopo aver vinto diversi trofei penso che sia arrivato il momento di arrivare in zona Champions. Avremmo meritato di farlo prima ma non è accaduto".