Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

Roma, 20 gennaio 2020 - Vigilia di Lazio-Parma, i biancocelesti sono pronti all’esordio stagionale nella coppa nazionale. La giornata di ieri ha rappresentato per Simone Inzaghi una doccia gelata. Nel giro di 24 ore il tecnico biancoceleste ha dovuto fare i conti con l’operazione di Luis Alberto per appendicite e con l’esito negativo dei controlli effettuati in Germania da Luiz Felipe. Due titolari persi in un colpo solo, la cui assenza peserà senz’altro. Inzaghi guarda comunque con ottimismo alle prossime sfide, a partire proprio dall’impegno in Coppa Italia contro i ducali: "Sappiamo che veniamo da un’ottima prestazione nel derby, ma quello che mi interessa di più è la partita di domani. Teniamo tanto alla Coppa Italia, una competizione che in questi anni per noi ha rappresentato tanto. Ci teniamo, ma è normale che effettuerò delle rotazioni per vedere chi ha avuto meno spazio, anche se si sono allenati sempre nel migliore dei modi”, ha commentato ai microfoni dei canali ufficiali della società.

Poi prosegue: "Sarà una partita diversa rispetto al campionato. Sarà una gara insidiosa, giochiamo contro un avversario che domenica ha trovato un ottimo pari col Sassuolo, con un allenatore che conosce da anni la squadra. Dovremo fare una partita da Lazio per cercare di andare ai quarti di finale”. Chiosa finale sul problema infortunati: “Ieri non è stata un'ottima giornata: abbiamo avuto notizie non confortanti dalla caviglia di Luiz Felipe, che probabilmente non ce lo farà avere per diverso tempo. Poi abbiamo avuto l’imprevisto di Luis Alberto, che fortunatamente si è risolto con un’operazione d’urgenza. Però chiaramente ce lo toglierà per alcune partite. Però abbiamo il dovere di andare avanti nel migliore dei modi, pensare una partita alla volta: domani toccherà al Parma e la nostra concentrazione è già lì”.
 

Leggi anche - Lazio, chance Muriqi in Coppa Italia. Luiz Felipe tormentato dalla caviglia