Ciro Immobile, autore di una tripletta al Bentegodi
Ciro Immobile, autore di una tripletta al Bentegodi

Roma, 27 luglio 2020 - Non si ferma più, o meglio, nessuno riesce più a fermarlo. Ciro Immobile a suon di gol sta scalando le classifiche all-time. I numeri parlano per lui: con la tripletta messa a segno ieri al Bentegodi di Verona, sono 34 le marcature in campionato. Mai nessun attaccante della Lazio aveva segnato così tanto in un singolo anno. Raggiunto Lewandoski in cima alla classifica per la Scarpa d’Oro, staccato Cristiano Ronaldo nella classifica marcatori della Serie A.

Inoltre l’attaccante biancoceleste è anche diventato il primo italiano a segnare 34 reti nella massima serie. Angelillo deteneva il record di 33, ma è ormai alle spalle. Immobile è adesso terzo nella classifica di tutti i tempi. Dietro solo a Nordahl e Higuain (rispettivamente 35 e 36), ma ha ancora due partite a disposizione per superarli, contro il Brescia all’Olimpico, e il Napoli al San Paolo. Insomma, una stagione d’oro in tutti i sensi per lui, che ha già centrato con il club l’obiettivo Champions League.

L’annata non è passata inosservata tanto che alcune società starebbero pensando a lui per rinforzare il reparto avanzato. Dopo il Newcastle della nuova proprietà milionaria e il Napoli, frenato subito da Lotito, sono circolate voci sull’interessamento del Manchester United e infine del Barcellona. Stando a quanto riportano i media spagnoli, i catalani avrebbero individuato in lui l’alternativa a Lautaro Martinez, considerato troppo costoso dalla dirigenza. Sul piatto ci sarebbero 30 milioni di euro, una cifra che di certo non accontenterebbe Lotito, che dal canto suo non sembra disposto a trattare per Immobile. Non è un caso se la dirigenza biancoceleste starebbe pensando a un ulteriore rinnovo per l’attaccante partenopeo. Difficile immaginare che a fine stagione le strade dell’uomo simbolo della Lazio e quella del club possano separarsi.

FORMELLO - Seduta di scarico a ranghi ridottissimi per la Lazio di Simone Inzaghi, che dopo la convincente prova col Verona è già in campo per preparare la prossima sfida con il Brescia. Sul terreno di gioco ci sono soltanto nove calciatori di movimento: Jony, Raul Moro, Bastos, Andrè Anderson, Lazzari, Adekanye, Armini, Jorge Silva e Falbo, ai quali si sono aggiunti i tre portieri Proto, Guerrieri e Alia. Lavoro in palestra invece per il resto del gruppo. Lazzari, che ha scontato il turno di squalifica, tornerà sulla fascia destra al posto di Marusic. Vavro si gioca una maglia con Luiz Felipe in difesa, Caicedo e Correa sono in ballottaggio per assistere Immobile in attacco.