Claudio Lotito
Claudio Lotito

ROMA, 12 settembre 2019 – "Spero che la squadra riesca a esprimere le potenzialità che ha. Siamo una squadra che può confrontarsi alla pari con tutti, ma lo dobbiamo dimostrare sul campo”, sono queste le parole rilasciate da Claudio Lotito, a margine dell’evento tenutosi alla Rinascente, nella quale è stata presenta anche la squadra della Lazio femminile pronta per la prossima stagione. Il presidente biancoceleste si è intrattenuto parlando del campionato dei ragazzi di Simone Inzaghi, e degli obiettivi prefissati: “I risultati dipendono anche da fattori imponderabili. Quanto accaduto domenica è una dimostrazione di questo. Ma ciò è un ulteriore sprone per essere ancora più determinati e capire che solo attraverso lo spirito di gruppo, la compattezza, lo spirito di sacrificio e la determinazione, si possono raggiungere traguardi. Soprattutto attraverso il lavoro di tutti, tifoseria compresa, che deve rappresentare il dodicesimo uomo in campo. Se si crea un clima favorevole, di passione e sostegno autentico, nel rispetto delle regole, loro possono fare la differenza".

Il quarto anno con Simone Inzaghi al timone è cominciato con grande entusiasmo da parte di tutti: “Vedo un clima diverso, completamente diverso. Legato anche al fatto che i giocatori vivono in una casa in cui sono necessari orgoglio dell'appartenenza e responsabilità di tradurre in risultati quello che la società sta facendo". Poi prosegue: “Champions per aumentare prestigio? Dal punto di vista della credibilità, la Lazio oggi ha una credibilità internazionale di alto livello, sia per il ruolo rappresentato da me nei consessi di carattere istituzionale-sportivo, sia soprattutto per quello che ha dimostrato nei comportamenti gestionali. In termini di bilancio e nel confronto con altre realtà sportive. Noi abbiamo riacquisito una grande credibilità, abbiamo una grande forza societaria, speriamo di avere anche dei grandi risultati. Sempre sulla base della squadra e sulla base del grande impegno che stiamo spendendo per raggiungerli”.