L'esultanza di Milinkovic dopo la rete del pareggio
L'esultanza di Milinkovic dopo la rete del pareggio

Roma, 23 luglio 2020 - La Lazio torna alla vittoria dopo cinque gare senza i tre punti battendo in rimonta il Cagliari. La sblocca Simeone a fine primo tempo, poi Milinkovic e Immobile ribaltano tutto nella seconda frazione. I biancocelesti possono far festa, il quarto posto è ormai matematico.

PRIMO TEMPO - Sembra partire meglio il Cagliari, che al secondo minuto di gioco trova la rete con una splendida punizione di Joao Pedro che si infila sotto l’incrocio dei pali. Piccinini però alza il braccio e annulla, negando la gioia al brasiliano, poiché la battuta sarebbe dovuta essere di seconda. Un campanello d’allarme per la Lazio, che esce fuori subito dopo. È qui che inizia la battaglia personale fra i calciatori biancocelesti e Cragno. Il portiere dei sardi si supera in più occasioni. Prima dice di no per tre volte a Lazzari, poi devia in corner la conclusione a giro di Luis Alberto al 15esimo, infine si supera su Immobile che da due passi conclude a botta sicura pochi minuti dopo. La Lazio fa la partita, il Cagliari si schiaccia costringendo Zenga a cambiare modulo. Un cambio che argina almeno in parte le offensive degli uomini di Inzaghi. Al 45esimo l’episodio che sblocca la gara. I sardi con una buona azione costruita, trovano il vantaggio grazie a un piattone di Simeone deviato da Luiz Felipe. Un tocco quello del brasiliano che spiazza Strakosha, sfortunato e incolpevole.

SECONDO TEMPO - La Lazio non ci sta, dopo un primo tempo dominato entra in campo più cattiva spiazzando il Cagliari. Passano solo due minuti e Milinkovic pesca il jolly dal cilindro con un bolide dal limite che si insacca sotto l’incrocio. Al 55esimo Immobile si costruisce l’occasione per ribaltarla battagliando in area di rigore e calciando in girata. Cragno è ancora super e respinge la conclusione sul palo. È solo il preludio però, al gol dell’attaccante partenopeo. Al 60esimo è Luis Alberto a pescarlo con una verticalizzazione che coglie impreparata la difesa degli uomini di Zenga. Immobile davanti a Cragno stavolta non può sbagliare, pescando l’angolino giusto e segnando il 31esimo gol del suo campionato. Al 77esimo l’occasione per chiuderla, stavolta con Immobile in versione assist-man e Correa, subentrato al posto di Caicedo, rifinitore. L’argentino si presenta in area ma stavolta Cragno riesce a ribattere. Negli ultimi minuti la stanchezza si fa sentire, i biancocelesti si abbassano ma il Cagliari non ha le forze per tentare l’assalto al pareggio. La Lazio torna alla vittoria e può dare al via alla festa per la conquista del matematico quarto posto.