La coreografia della Curva Nord durante il derby della Capitale
La coreografia della Curva Nord durante il derby della Capitale

ROMA, 11 febbraio 2020 – C’è un clima di festa, si respira tra le strade della Capitale. La Lazio di Simone Inzaghi si è inserita nella corsa scudetto a pieno titolo. A suon di vittorie, i biancocelesti sono a un solo punto di distanza dalla vetta. Una situazione di classifica inimmaginabile a inizio campionato, con l’obiettivo Champions ormai a portata di mano (sono 14 i punti di vantaggio sul quinto posto). Sognare tenendo i piedi ben saldi a terra, questo è quello che emerge dalle parole dei tesserati. Ma ad essere in estasi sono soprattutto i tifosi, che sono pronti a riempire l’Olimpico in occasione del match di domenica contro l’Inter. "Sono stati superati i 26 mila biglietti venduti, ci stiamo avvicinando alle 50 mila presenze. E’ rimasto davvero poco, ma consigliamo di fare sempre un tentativo con i posti che vengono liberati e messi in vendita. La disponibilità, anche in Tevere, è molto scarsa. Secondo me andremo vicino ai 60 mila”, le parole di Marco Canigiani, responsabile del marketing biancoceleste, ai canali ufficiali della società. Settori in via d’esaurimento quindi, tant’è che la società ha deciso di aprire anche la Curva Sud per facilitare i tifosi rimasti senza biglietto. Una parte sarà destinata a quelli dell’Inter, che hanno già esaurito il settore ospiti, un’altra invece a quelli della Lazio. Si prevede quindi un Olimpico delle grandi occasioni, di sicuro ai ragazzi di Inzaghi non mancherà l’apporto dei propri supporters.

FORMELLO – Intanto la squadra è tornata ad allenarsi dopo le 24 ore di riposo concesse da Simone Inzaghi alla squadra. È il primo allenamento con vista sull’Inter. Notizie positive per Bastos, che è già tornato in gruppo dopo il forfait di Parma. Il dubbio più grande riguarda Lulic, fermo dal recupero di campionato con il Verona per un infortunio alla caviglia. L’ipotesi più probabile è che su quella fascia venga impiegato Jony. Torneranno dalla squalifica anche Radu e Milinkovic. Domani andrà in scena una doppia seduta, con la squadra che avrà modo di pranzare insieme al centro sportivo.