L'esultanza dei giocatori dell'Atalanta all'Olimpico
L'esultanza dei giocatori dell'Atalanta all'Olimpico

Roma, 30 settembre 2020 - Dopo le quattro reti rifilate al Torino, l’Atalanta fa di un sol boccone anche la Lazio e ne fa altri quattro all’Olimpico. La sfida di recupero della prima giornata finisce 4-1 per i bergamaschi. A decidere la partita le reti di Gosens, Hateboor e la doppietta di Gomez. Vale poco invece ai fini del risultato la segnatura di Caicedo, autore del gol del momentaneo 1-3 che aveva riacceso leggermente le speranze biancocelesti.

PRIMO TEMPO - La partita la comincia meglio la Lazio, che sembra poter fare la gara. Al sesto minuto, su imbucata di Luis Alberto, Marusic si presenta davanti a Sportiello, ma calcia sul portiere in uscita. Passano cinque minuti e l’Atalanta trova il vantaggio con Gosens, che approfitta di un cross deviato che spiove in area per battere a rete. Un gol che scatena le proteste laziali per una spinta presunta di Hateboor su Marusic, non ravvisata da Maresca. Al 32esimo l’Atalanta trova anche il raddoppio. Classica azione da quinto a quinto, e rete di Hateboor, che sbuca alle spalle della difesa biancoceleste. La Lazio nonostante il doppio svantaggio sembra viva, e al 33esimo ha l’occasione per accorciare. Immobile raccoglie un pallone sporco in area ma la traversa gli dice di no. Sulla respinta Caicedo viene invece murato in angolo. I biancocelesti non sono fortunati e al 41esimo l’Atalanta trova anche il 3-0. Stavolta è Gomez che si mette in proprio e poi con un’azione insistita batte Strakosha dall’interno dell’area.

SECONDO TEMPO - La Lazio è viva nonostante il risultato. Con orgoglio i biancocelesti provano a rialzare la testa. Al 55esimo Marusic sul cross di Lazzari colpisce a botta sicura dall’interno dell’area ma trova ancora Sportiello a dirgli di no. Due minuti dopo però, il portiere bergamasco non può nulla su Caicedo. Cross tagliato di Milinkovic, inserimento di forza dell’ecuadoriano che lo dribbla e deposita in rete riaprendo la gara. Passano due minuti e Immobile si ritrova nella stessa situazione. Anche stavolta Sportiello viene superato, ma l’attaccante partenopeo spara clamorosamente sulla’esterno della rete. Un’occasione sprecata e pagata a caro prezzo, visto che al 61esimo Gomez caccia fuori dal cilindro la giocata della serata con un sinistro da posizione defilata che termina sotto l’incrocio dove Strakosha non può arrivare. Una mazzata psicologica per la Lazio, che stavolta non riesce a reagire, nonostante qualche guizzo di Immobile, Marusic e Caicedo. Nemmeno i cambi, con Cataldi, Bastos, Escalante, Akpa Akpro e Djavan Anderson, entrati nella seconda frazione, danno la giusta scossa. Il risultato è troppo ampio per sperare in un’altra rimonta. L’Atalanta si aggiudica così il confronto e può far festa. È a punteggio pieno dopo due partite di campionato.