Simone Inzaghi
Simone Inzaghi

Roma, 13 maggio 2020 – A Formello è scattata la “Fase 2”. Dopo la ripresa degli allenamenti individuali, Inzaghi e il suo staff hanno deciso di aumentare i carichi di lavoro. Gradualmente si tornerà ai ritmi di prima, ma il primo percorso di rimessa in moto è stato superato. Stamattina sul campo si sono visti Radu, Milinkovic, Patric, Caicedo, Jorge Silva e Marusic. Seguiti poi dagli altri gruppi di calciatori, distribuiti in quattro fasce orarie differenti. Prosegue il lavoro differenziato Leiva, che sta svolgendo la sua riabilitazione dopo l’intervento al ginocchio. Fermo anche Vavro, alle prese con un problema muscolare che si porta dietro da un po’.

MARUSIC - Prova superata. Adam Marusic, dopo aver messo alle spalle i continui problemi fisici alla schiena che lo avevano tormentato nelle scorse stagioni, è finalmente tornato in pista. Quest’anno, nonostante la concorrenza di Lazzari, Marusic è riuscito a rilanciarsi, dando il suo contributo prezioso. Inzaghi ha grande stima di lui, rappresenta la scelta più fisica per la fascia destra. Con lui e l’ex Spal, oltre ad aver tanta qualità a disposizione, si sente al sicuro. Ecco perchè il club biancoceleste starebbe pensando di consolidare questa coppia di esterni. Lazzari ha firmato la scorsa estate e ha un contratto ancora lungo, lo stesso non è però per Marusic. Il montenegrino infatti, è in scadenza nel 2022, e già diversi club, soprattutto il Paris Saint Germain, hanno messo gli occhi su di lui. La Lazio vuole cautelarsi, per questo per lui sarebbe pronto un rinnovo di contratto fino al 2025, con tanto di adeguamento dell’ingaggio. Il suo procuratore è lo stesso di Milinkovic, si tratta di Kezman, con il quale i rapporti sono stretti. Da destinato partente, a punto fermo della Lazio che verrà, Marusic ha vinto la sua sfida.