Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Bologna, 29 marzo 2020 – Dalla Spagna continuano a dirsi sicuri di un fatto: Lautaro Martinez andrà al Barcellona appena riaprirà il calciomercato. La stagione resta in bilico, non solo in Italia ma in tutta Europa, e la Fifa pensa di allungare la sessione estiva di calciomercato da luglio a dicembre: c'è tutto il tempo del mondo per trattare, soprattutto in questa fase in cui si è fermi e i telefoni sono gli oggetti più utilizzati.

70 MILIONI PIU’ DUE GIOCATORI – Il Barcellona fa sul serio: vuole Lautaro Martinez. Come detto, lo sponsor è niente meno che Leo Messi, desideroso di giocare con il toro nerazzurro, ormai considerato il nuovo Luis Suarez a cui affidare le sorti dell’attacco blaugrana. Non si può escludere che la prossima stagione il Barcellona parta con un tridente da paura: Messi, Lautaro e Neymar. Già da sei mesi la dirigenza catalana segue l’attaccante dell’Inter, ma solo a dicembre ci sarebbe stato il primo affondo deciso: la corte ha fatto breccia e si mormora che Lautaro avrebbe detto sì. D’altronde non è possibile per un argentino negarsi a Messi e il Barcellona sta sperando in una presa di posizione del giocatore nei confronti del club nerazzurro. Un modo per mettere le cose in chiaro. Ma si sa, una trattativa di mercato si chiude quando tutte e tre le parti sono d’accordo e su questo fronte c’è ancora lavoro da fare. Ovviamente è difficile pensare che l’Inter non sia a conoscenza delle attenzioni del Barcellona sul ragazzo e comunque qualche discorso concreto dovrebbe esserci stato. Ad oggi, la proposta del Barcellona supera la clausola di 111milioni di euro, ma è infarcita di contropartite tecniche. La parte cash sarebbe di 75 milioni di euro a cui si aggiungono Arturo Vidal (valore 15-20 milioni) e Semedo (valutato 40). Il totale scollina i 130 milioni di euro. Basta a convincere Marotta? Forse no, perché Vidal è certo un pallino di Conte ma il sogno proibito si chiama Antoine Griezmann. Sul francese le strade sono impervie e tortuose, dal punto di vista economico tra ingaggio e cartellino, e probabilmente l’Inter non riuscirà nel suo intento. L’unica cosa certa è che Marotta ad un certo punto chiederà a Lautaro di esporsi e che, in caso di cessione, i nerazzurri non faranno sconti sul prezzo.