Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Milano, 14 settembre 2020 – Non esiste una pista Real Madrid per Lautaro Martinez. Il toro argentino, chiusa la telenovela Barcellona, è stato accostato alle merengues, con tanto di accordo con il giocatore sull’ingaggio e offerta di denaro cash più Jovic all’Inter, ma nel giro di poco tempo sono arrivate le smentite. Nessun contatto tra le parti, la trattativa è stata smentita sia dall’Inter che dal Real Madrid come riporta il portale Abc. Il club madrileno ha fatto sapere che le voci sono false e in questa sessione di mercato non sarebbero previsti grossi colpi in entrata.

L’argentino, salvo clamorosi colpi di scena, rimarrà all’Inter. Il Barcellona si è sostanzialmente tirato indietro non potendo investire la cifra richiesta dall’Inter per farlo partire, non molto lontana dalla clausola scaduta a luglio, e in generale il Covid ha presentato il conto a diversi club, compreso il Real Madrid che non avrebbe intenzione di effettuare un corposo mercato in entrata. E Lautaro non è certo un giocatore in saldo. Ci sono poi le tempistiche, perché è vero che l’Inter ha posticipato la prima gara di campionato ma a metà settembre diventa complicato cedere la punta titolare e al tempo stesso trovare un adeguato sostituto in tempi rapidi. Le decisioni, come è naturale che sia, sono influenzate dalle offerte di mercato, ma di certo Lautaro resta un giocatore molto costoso nel calciomercato post Covid. Non a caso, chiusa la telenovela Barcellona, è partita la trattativa per il rinnovo contrattuale con adeguamento.

Attualmente il giocatore guadagna meno di tre milioni di euro e dopo una ottima annata, e tanti rumors di mercato, i suoi agenti stanno cercando un contratto importante anche in nerazzurro, cioè vicino alle cifre faraoniche che avrebbe preso al Barcellona. Ma l’idea del club è chiara, adeguamento sì pur senza sconvolgere gli equilibri di spogliatoio. Per Lautaro pronto un rinnovo al doppio dell’ingaggio, circa 5 milioni di euro posticipando l’attuale scadenza fissata al 2023. Lautaro perno dell’Inter la prossima stagione dunque, ma chiaramente alcune piste di mercato, Barcellona in primis, potrebbero riaprirsi tra un anno quando la morsa del Covid sarà meno violenta. Nel frattempo Conte non vuole sciogliere la Lu-La che tanto bene ha fatto al suo primo anno di convivenza, con l’aggiunta di Alexis Sanchez dalla panchina e forse un nuovo ruolo, da seconda punta, di Ivan Perisic