Lautaro Martinez (Ansa)
Lautaro Martinez (Ansa)

Milano, 26 dicembre 2020 – Decisivo a Verona dopo un piccolo periodo di digiuno, Lautaro Martinez è sempre stato un punto fermo dell’Inter, ma da quasi un anno convive con le continue voci riguardanti un possibile sbarco a Barcellona. Sono cominciate con il primo lockdown in Italia, proseguite per tutta l’estate anche quando il Barcellona aveva ammesso di non avere risorse sufficienti per soddisfare le richieste dell’Inter, esistono tuttora anche se il toro argentino ha un contratto di tre anni con i nerazzurri. Poi c’è la faccenda Messi, ovvero con un matrimonio tra la pulce e il Barcellona che potrebbe terminare con Parigi sullo sfondo e con Lautaro che avrebbe desiderato giocare con la pulce. 

Sta bene all’Inter

Sul futuro e il presente dell’attaccante argentino ha parlato il suo agente Beto Yaque a Olé, sottolineando un concetto molto chiaro e inequivocabile: Lautaro sta bene all’Inter. E il Barcellona? Probabilmente resta l’interesse dei blaugrana ma anche la necessità di soddisfare le eventuali richieste economiche dell’Inter: “Lautaro sta bene in nerazzurro – le parole di Yaque – Sta crescendo tanto in un campionato difficile ed è inutile sottolineare il potenziale del giocatore. Può sicuramente diventare un attaccante d’elite del calcio mondiale e la cosa importante è la sua abitudine al calcio europeo”. Percorso rapido quello di Lautaro, subito protagonista appena sbarcato in Italia: “E’ stato bravo ad adattarsi rapidamente, il suo talento gli ha permesso di giocare quasi in automatico e appena è entrato ha fatto gol. Da lì i tifosi si sono subito affezionati a lui”. Restano le incognite sul futuro, il Barcellona lo segue, lui ha contratto per tre anni con l’Inter, ma tanto dipenderà anche dalle offerte che arriveranno. In periodo di Covid, però, soddisfare le richieste economiche del club nerazzurro, che non vuole privarsi del toro, sarà complicato: “Lautaro ha tre anni di contratto con l’Inter – ha chiosato Yaque – Chi vuole prelevarlo deve accordarsi con il club nerazzurro, ma lui è felice e tranquillo. Sta giocando tanto e continua a crescere, sta bene all’Inter”.

Leggi anche - Mercato, Eriksen il tesoretto per De Paul