Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Bologna, 16 marzo 2020 – Se il calcio giocato è attualmente fermo, e non si sa ancora per quanto, il mercato non è ancora stato bloccato dal coronavirus. I club lavorano, sotto traccia, in smart working, con i telefoni comunque accesi, perché prima o poi si tornerà a giocare e prima o poi bisognerà allestire nuove rose e nuove strategie di mercato. Dalla Spagna continua ad arrivare l’indiscrezione che i tifosi interisti temono di più: l’assalto concreto in estate a Lautaro Martinez da parte del Barcellona.

Oltre la clausola

Su Lautaro Martinez c’è al momento una clausola rescissoria da 111 milioni di euro, ma Barcellona e Inter starebbero trattando oltre tale cifra, ragionando su prezzi di mercato ed eventuali contropartite. Si potrebbe arrivare ad un totale di 150 milioni circa tra cash e contropartite, una di queste è Arturo Vidal, prescelto da Conte come rinforzo in mediana. E Lautaro Martinez che posizione avrebbe assunto? Secondo l’organo di informazione spagnolo Sport, l’argentino avrebbe dato il suo benestare al trasferimento, anche perché a ‘indirizzare’ il Barcellona sul toro nerazzurro sarebbe stato il connazionale Messi. Insomma, la strada appare spianata.

I sostituti

E’ chiaro che i tifosi nerazzurri non accetterebbero di buon grado una cessione di Lautaro Martinez, ma Beppe Marotta e Piero Ausilio lavorano alle possibili alternative in sostituzione, considerando anche il gruzzoletto che potrebbe arrivare dalle cessioni. Sarebbero due per ora i nomi più caldi sul taccuino dei dirigenti nerazzurri: Pierre Emerick Aubameyang e Anthony Martial. Il primo è nel pieno della maturazione, 30 anni, è un vecchio pallino di Ausilio e in questa stagione ha segnato 17 gol in 26 partite con l’Arsenal. Il suo costo si aggira sui 70 milioni di euro. Martial è invece più giovane, ha 24 anni ma è ormai un punto fermo dello United con 58 gol segnati in 131 partite con i red devils dal 2015 ad oggi. I costi potrebbero sfiorare gli 80 milioni di euro. Le cronache narrano poi un sondaggio per Timo Werner, ma al momento sarebbe una pista meno calda. Di caldo, invece, potrebbe esserci l’estate una volta finiti i campionati. Si preannuncia un mercato decisamente interessante.