Marash Kumbulla con la maglia del Verona fronteggia Kevin Lasagna (Udinese)
Marash Kumbulla con la maglia del Verona fronteggia Kevin Lasagna (Udinese)

Roma, 8 settembre 2020 - Chiuse definitivamente le operazioni Muriqi e Fares, e sistemati i rispettivi reparti, la Lazio è ora alla ricerca di un difensore da inserire in organico. Dopo aver raggiunto l’accordo per la cessione di Bastos all’Istanbul Basaksehir, c’è una casella da riempire assolutamente. Un calciatore che possa muoversi in una difesa a tre, meglio se centro-sinistra, ma andrebbe bene anche da centro-destra, considerando la duttilità degli altri calciatori in rosa. Il profilo più battuto dal termine della stagione è stato quello di Marash Kumbulla. A Roma sono andati in scena diversi incontri fra la Lazio e il Verona, con il presidente Setti arrivato personalmente nella Capitale per trattare la sua cessione. Le richieste scaligere però, sono sempre state considerate eccessive da Lotito, che non si è spinto oltre i 18-20 milioni di euro più il cartellino di Andrè Anderson, al cospetto dei 30 milioni di valutazione da parte dei veneti. Cifre che hanno portato la Lazio a mettere da parte l’ipotesi, ad attendere con calma il proprio momento.

L’interesse di Inter e Juventus per il calciatore infatti, avrebbe potuto scatenare un’asta alla quale i biancocelesti non hanno voluto partecipare. Ora che Kumbulla però, rischia di rimanere un altro anno al Verona, le richieste potrebbero abbassarsi. Ed è da qui che ripartirà la nuova offensiva della Lazio, che sogna di regalare un altro colpo a Simone Inzaghi. Nella giornata di ieri, nel corso della consegna del Premio Calabrese, il presidente Maurizio Setti ha parlato proprio del difensore albanese dichiarando: “Marash a gennaio aveva una squadra con tanti soldi interessata a lui. Forse è il difensore del 2000 più forte in Europa. Ci sono le attenzioni di tante squadre, ma per ora ce lo teniamo noi. Normale per un ragazzo dalle sue potenzialità essere attirato da un club di prima fascia che fa l’Europa. Lo rende felice. Il mercato è strano, difficile e lungo. Lotito? Ci vogliono i soldi…”. Una frase iconica l’ultima. Kumbulla piace alla Lazio, il Verona potrebbe anche abbassare leggermente le pretese, ma se si vuole arrivare alla fumata bianca servirà uno sforzo economico sicuramente maggiore.