Dejan Kulusevski in azione con la Svezia
Dejan Kulusevski in azione con la Svezia

Torino, 18 settembre 2020 - Domenica sera Dejan Kulusevski potrebbe immediatamente essere lanciato nella mischia da Andrea Pirlo. Lo svedese sembra infatti destinato a essere titolare con la Sampdoria. A 20 anni potrebbero tremare le gambe vista la responsabilità di indossare una maglia pesante come quella della Juventus. Non è il caso dell'ex Parma però, che anzi non vede l'ora di debuttare con i bianconeri. "Sono pronto a giocare se il mister me ne darà l'opportunità - il messaggio lanciato da Kulusevski in occasione della sua presentazione - Sono venuto qua per migliorare dentro e fuori dal campo. Ogni giorno voglio diventare più forte. Poi sono qua per vincere ogni partita, per aiutare i miei compagni e fare tutta la città contenta. Sono fortunato a essere alla Juventus. Aspettative alte? Nessuno ne ha su di me più di...me stesso. Per cui non c'è alcuna pressione: ho 20 anni e sono il più felice del mondo di essere qui". 

Nonostante la giovane età, il nuovo numero 44 della Vecchia Signora ha le idee chiarissime. "Ogni giorno è una guerra: se non sei concentrato al 100%, tutti lo vedono, non puoi pensare ad altro. Io penso di poter dare energia, quando vado in campo voglio vincere e darò tutto per farlo - sottolinea Kulusevski - La mia posizione preferita? Ho giocato in davvero tanti ruoli in questi anni e a dire la verità, dove mi metterà il mister avrà ragione. Sia a centrocampo, esterno, punta centrale, seconda punta, trequartista...Dipende contro chi giochiamo e come giochiamo. Io mi sento a mio agio in ogni posizione e non c'è n'è una che preferisco rispetto alle altre". 

A proposito di Pirlo, che impressione gli ha fatto finora essere allenato da lui? "Come mister è è fantastico, molto tranquillo. Lo era anche da giocatore ed è un onore lavorare con lui. Mi parla e aiuta tanto: sono molto fortunato ad averlo come tecnico mi dà piccoli consigli che fanno la differenza. Farò di tutto per lui". Stesso discorso per quanto concerne Cristiano Ronaldo. "E' straordinario. Ho la possibilità di imparare da lui e giocare con lui. Con Cristiano abbiamo parlato tanto anche di cose fuori dal campo, mi dà una mano a tirare fuori il mio meglio e le sue parole sono come benzina. Sono molto fortunato a giocare con lui e spero di aiutarlo".