Maurizio Sarri in conferenza stampa a Singapore
Maurizio Sarri in conferenza stampa a Singapore

Singapore, 20 luglio 2019 - "Dobbiamo lavorare per avere una identità di gioco, vogliamo diventare una squadra di forte caratterizzazione. Speriamo che questo ci porti a vincere qualcosa". Maurizio Sarri ha le idee chiarissime sulla Juventus che sta provando a plasmare. Da oggi lo farà a Singapore, dove i bianconeri saranno impegnati domani contro il Tottenham nella prima gara dell'International Champions Cup. "Non si potrà assistere a una bella partita, le condizioni climatiche sono difficili, si affronteranno due squadre stanche visto che è in corso la preparazione - sottolinea il tecnico bianconero nella conferenza stampa di vigilia - Mi piacerebbe pero vedere una certa mentalità da parte dei miei giocatori, un gruppo che tenta di fare determinate cose".

A cominciare dal divertirsi e dal far divertire. “Voglio giocare un certo tipo di calcio: credo che chi si diverte riesca a dare di più. Da domani - continua Sarri - sarò io a cercare di adattarmi ai giocatori, è giusto che le loro caratteristiche siano esaltate. Qui a Singapore per 70 metri pretenderò di vedere cose mie, negli ultimi 30 anche cose loro".

Passando dal generale al particolare, l'ex Napoli cita soprattutto tre nomi. "De Ligt farà uno spezzone di partita. Finora non si è allenato con noi, ma deve mettere assieme minuti con i compagni. Ronaldo? Ha vinto tutto a livello individuale e collettivo partendo leggermente defilato sulla sinistra in attacco. Il primo tentativo sarà posizionarlo lì, ma è talmente forte che può giocare ovunque. Higuain in questo momento è a disposizione e lo considero al 100% nei programmi. Se poi la società prenderà altre decisioni, mi adeguerò".

A proposito di mercato, a Sarri scappa anche una battuta su Paul Pogba. "Mi piace molto il giocatore, ma non sono io il direttore e non conosco la situazione. E non intendo parlare di un calciatore del Manchester United".

Francesco Bocchini