Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 24 ottobre 2020 - Paulo Dybala sì, Cristiano Ronaldo no, dato che ancora non si conosce il risultato del tampone a cui si è sottoposto. Dovesse dare esito negativo, il portoghese potrebbe interrompere l'isolamento fiduciario, ma comunque non sarebbe a disposizione per il Sunday Night della quinta giornata di serie A che vedrà impegnata la Juventus contro l'Hellas Verona. "Anche se il test fosse negativo, Ronaldo dovrebbe fare la visita di idoneità, quindi non può essere della partita. Dybala invece gioca - l'annuncio in conferenza stampa di Andrea Pirlo - Non ho avuto bisogno di pungolare Paulo: come ho sempre detto, ha bisogno di allenarsi perché ha avuto poco tempo per mettere benzina nel serbatoio e in un paio di occasioni non abbiamo avuto modo di schierarlo a causa di due espulsioni. Martedì è sceso in campo a Kiev e quindi domani è giusto che parta dall'inizio".

Parole al miele per Morata

Proprio come Alvaro Morata, reduce da tre gol nelle ultime due apparizioni. "L'abbiamo acquistato perché è un giocatore forte che può darci tante soluzioni. Con Dybala ha giocato già un anno con la Juventus, quindi si conoscono molto bene e possono coesistere tranquillamente. Tocca a loro trovare le soluzioni migliori durante la partita - il pensiero di Pirlo - Chi riposa in avanti? Sicuramente resterà fuori Chiesa che è squalificato. Ramsey a Kiev ha fatto un grande lavoro insieme a Morata, domani dovrà farlo Dybala. Abbiamo tante soluzioni e dipenderà dalle gare: possiamo contare su diversi giocatori polivalenti che possono ricoprire più posizioni". 

Le ultime dall'infermeria

Uno di questi è Federico Bernardeschi. "Vogliamo utilizzarlo a tutta fascia, a differenza dei suoi primi anni di Juve - sottolinea Pirlo, a cui viene chiesto poi dei giocatori attualmente out - Alex Sandro è sulla via del recupero, ha avuto un brutto infortunio prima della Sampdoria ed è ancora un po' indietro. Non credo che prima della sosta possa rientrare. Lavoreremo durante la pausa di novembre per fargli migliorare la condizione. De Ligt sta bene, dobbiamo solo aspettare il via libera dal medico ortopedico. Si sta allenando con noi evitando i contrasti ed è già pronto sia fisicamente che mentalmente. McKennie? Non è più positivo, quindi oggi farà la visita di idoneità. Speriamo vada tutto bene, così da poterlo quantomeno portare in panchina per domani". 

Leggi anche: Le possibili scelte di formazione di Pirlo