1 mag 2022

Juventus-Venezia 2-1, la doppietta di Bonucci stende i lagunari

I veneti incappano nel nono ko consecutivo nonostante un'ottima prestazione. Nel giorno del suo compleanno, Bonucci si regala una doppietta da tre punti. Inutile la rete di Aramu del momentaneo pari

francesco bocchini
Sport
Juventus� Leonardo Bonucci jubilates after scoring the gol (2-0) during the italian Serie A soccer match Juventus FC vs Venezia FC at the Allianz Stadium in Turin, Italy, 1 may 2022 ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
L'esultanza di Bonucci (Ansa)

Torino, 1 maggio 2022 - Massimo risultato con il minimo scarto per la Juventus, che nel lunch match batte 2-1 il Venezia grazie alla seconda doppietta stagionale di Bonucci, inframezzata dal momentaneo pari di Aramu. Il difensore bianconero segna dopo appena sette minuti, poi nella ripresa il 10 dei lagunari trova il meritato 1-1, prima del colpo da ko assestato agli ospiti sempre dal 19 dei piemontesi. Per la Vecchia Signora una vittoria tanto sudata (anche per via del gran caldo) quanto decisiva in chiave Champions League, mentre la compagine veneta incappa nella nona sconfitta di fila. E le speranze di salvezza si affievoliscono ulteriormente. 

Bonucci la sblocca

Allegri lancia dal 1' il classe 2003 Miretti, all'esordio da titolare. In attacco resta fuori Dybala. Dall'altra parte il debuttante Soncin sceglie Cuisance in avanti. Avvio sprint per la Juventus: prima Zakaria mette fuori di poco, poi un minuto dopo il mancino di Pellegrini si stampa sulla traversa. Il vantaggio dei padroni di casa è nell'aria e arriva al 7', quando - sulla punizione di Miretti - de Ligt fa la sponda per Bonucci, che festeggia il compleanno firmando di testa la quarta rete personale in campionato. La grande intensità dei bianconeri dei primi 10 minuti comincia a calare e con il trascorrere del tempo il Venezia inizia a mettere la testa fuori dalla sabbia. Ci prova Aramu al 15', ma Szczesny blocca a terra. Dopo la risposta di Miretti, il cui mancino - deviato - termina sul fondo non di molto, è Henry ad avere la palla del pari: la sua zuccata però esce di un soffio. L'ultima emozione della prima frazione è un tiro-cross di Morata sul quale Vlahovic arriva quando però è troppo tardi per impensierire Mäenpää.

Botta e risposta

La ripresa comincia così come si erano chiusi i primi 45', ossia con un ottimo Venezia spesso e volentieri ad agire nella metà campo avversaria. Occasioni però non se ne registrano, né da una parte né dall'altra. Almeno fino al 68', con Szczesny che compie un gran intervento sulla punizione di Aramu. Pochi secondi più tardi il numero 10 ospite ha un'altra ghiottissima chance, quando da centro area spedisce sopra la traversa il possibile pari. Al terzo tentativo di Aramu l'1-1 si materializza, con la conclusione al 71' del classe '95 (che non segnava dal match d'andata) a bucare Szczesny. Neanche il tempo di festeggiare, che i lagunari al 76' incassano immediatamente il 2-1: lo realizza ancora Bonucci, che da azione da angolo sfrutta alla perfezione l'assist di Danilo. Entra anche Chiellini per un spento Vlahovic per difendere il risultato, che non cambia più: la qualificazione alla prossima Champions è adesso davvero a un passo per Madama. 

Leggi anche: Spezia-Lazio 3-

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?