Il gol Howedes (Ansa)
Il gol Howedes (Ansa)

Torino, 15 aprile 2018 - "La capolista se ne va", cantano dagli spalti dell'Allianz Stadium. Nel match delle 18 della 32esima giornata di Serie A, il pubblico della Juventus festeggia il 3 a 0 alla Sampdoria, e ne ha ben donde. Il pareggio a Milano del Napoli infatti consente alla Vecchia Signora di scappare in vetta alla classifica a +6. Il successo sugli uomini di Giampaolo porta la firma di Mandzukic, Howedes e Khedira. Ma impossibile non citare Douglas Costa: entrato alla fine del primo tempo, l'11 bianconero spacca la gara. Scatti, dribbling e soprattutto i tre assist decisivi. Tanti gli applausi per lui e per una Juve che dimostra di aver già voltato pagina dopo la delusione di Champions.

Juventus-Sampdoria, rivivi la diretta testuale

Serie A: diretta, risultati, classifica e prossimo turno

 

LA CRONACA - A differenza di quanto ci si aspettasse alla vigilia, Allegri conferma il 4-3-3. In difesa trovano spazio fra gli altri Howedes e Rugani, mentre in attacco ritorna Dybala e Mandzukic vince il ballottaggio con Douglas Costa e Higuain. Come da copione partono forte i padroni di casa, con Cuadrado e Asamoah che si fanno vedere dalle parti di Viviano. Nonostante il maggior possesso palla dei bianconeri, la sfida resta equilibrata. Non trovano varchi i campioni d'Italia, mentre la Samp si rende pericolosa con un colpo di testa dell'ex Quagliarella respinto da Buffon. Dall'altro lato invece è Mandzukic a chiamare in causa Viviano con tiro-cross insidioso.

Ci si avvicina all'intervallo senza grossi squilli. Almeno fino al 43', quando Allegri è costretto a cambiare Pjanic. Al suo posto tocca a Douglas Costa, che non perde tempo per mettersi in evidenza. Il brasiliano crossa perfettamente verso Mandzukic, che non perdona la poca attenta difesa blucerchiata. Le due squadre vanno così all'intervallo con la Signora avanti per 1 a 0.

Al rientro, è subito Doria: il neo entrato Kownacki ruba palla a Chiellini, ma Ramirez spreca calciando fuori. La risposta della Juve non si fa attendere ed è affidata ai piedi di Douglas Costa, cha calcia alto. Poco male per l'ex Bayern Monaco, che al 60' pennella un altro assist, questa volta per la testa di Howedes, che realizza la sua prima rete in bianconero. Madama è in totale controllo e al 74' cala pure il tris. Strepitosa l'azione personale del solito Douglas Costa, che se ne va sulla destra, entra in area blucerchiata e regala a Khedira il 3 a 0. Standing ovation per il numero 11, ma in generale per tutta la squadra, che nel finale potrebbe assestare un altro colpo agli avversari con Cuadrado prima e Douglas Costa. Non serve, perché i tre punti sono in cassaforte, così come il +6 sul Napoli.

image

Tabellino e pagelle

JUVENTUS (4-3-3): Buffon 6.5; Howedes 6.5, Rugani 6, Chiellini 6, Asamoah 6.5; Khedira 6.5 (36' st Sturaro sv), Pjanic 5.5 (44' pt Douglas Costa 8), Matuidi 6.5; Cuadrado 6, Mandzukic 7, Dybala 5 (21' st Bentancur 6). In panchina: Szczesny, Pinsoglio, Benatia, Barzagli, Alex Sandro, Lichtsteiner, Marchisio, Higuain. Allenatore: Allegri 7 

SAMPDORIA (4-3-1-2): Viviano 5.5; Sala 5.5, Silvestre 5, Ferrari 4.5, Regini 4.5; Praet 6, Torreira 5.5, Barreto 6 (36' st Verre sv); Ramirez 5.5 (15' st Caprari 5.5); Quagliarella 5.5 (1' st Kownacki 5), Zapata 5. In panchina: Belec, Tozzo, Andersen, Alvarez, Linetty, Strinic, Capezzi. Allenatore: Giampaolo 5. 

ARBITRO: Mariani di Aprilia 6. 

RETI: 45' pt Mandzukic, 15' st Howedes, 30' st Khedira. NOTE: cielo coperto, terreno in perfette condizioni. Ammoniti: Asamoah, Howedes. Angoli: 8-6 per la Sampdoria. Recupero: 1' pt; 3' st. 

 

Bologna-Verona 2-0, Nagy (LaPresse)