Ronaldo e Paulinho (Ansa)
Ronaldo e Paulinho (Ansa)

 

Torino, 12 novembre 2020 - Cristiano Ronaldo ce l'ha fatta: con il gol rifilato ad Andorra, nel rotondo 7-0 con cui il Portogallo si è imposto ieri sera in amichevole. l'attaccante della Juventus ha raggiunto a quota 746 reti Ferenc Puskas in quarta posizione nella classifica dei cannonieri più prolifici di tutti i tempi. Davanti a loro restano solo Romario, Pelé e Josef Bican, quest'ultimo primatista con la bellezza di 805 centri: la caccia del fenomeno da Madeira è aperta. Per CR7 intanto si tratta dell'ennesimo traguardo, coinciso peraltro con la 100esima vittoria con indosso la maglia del Portogallo, con il quale sta riscrivendo la storia. 

Ali Daei nel mirino

A settembre il cinque volte Pallone d'Oro era riuscito infatti a infrangere il muro dei 100 sigilli con la selezione lusitana. Adesso è a 102, ad appena sette lunghezze da Ali Daei, il re dei bomber delle nazionali. Per accorciare le distanze dall'iraniano e superare Puskas, Cristiano avrà a disposizione pure i match di Nations League con Francia e Crozia, in programma rispettivamente sabato 14 e martedì 17, nei quali probabilmente tornerà in campo dal 1'. Contro Andorra infatti il classe '85, entrato subito dopo l'intervallo, ha dimostrato di essersi messo alle spalle la leggera distorsione alla caviglia accusata nel secondo tempo contro la Lazio. 

Squillo Bernardeschi

Le buone notizie per la Juventus però non si fermano a Ronaldo. Già, perché l'amichevole di ieri sera disputata dall'Italia contro l'Estonia, battuta dagli azzurri con un secco 4-0, è stata l'occasione per Federico Bernardeschi di togliersi finalmente una soddisfazione in questa prima parte di stagione. Protagonista in negativo con la casacca bianconera, l'ex Fiorentina non solo è partito titolare, ma è andato pure a segno con una bella azione personale. Al gol è seguita un'esultanza rabbiosa, come se il giocatore si sia liberato della tensione accumulata in queste difficili settimane. Che sia l'inizio della svolta? Certamente se lo augurano Andrea Pirlo e il ct Roberto Mancini, che dovrebbe fare nuovamente affidamento su Bernardeschi almeno in una delle due sfide di Nations League contro Polonia (domenica 15) e Bosnia-Erzegovina (mercoledì 18) che attendono l'Italia. 

Leggi anche: Psg e United corteggiano CR7