Juventus-Roma 1-3, Perotti realizza il rigore (Ansa)
Juventus-Roma 1-3, Perotti realizza il rigore (Ansa)

Torino, 1 agosto 2020 - La Roma interrompe il tabù Allianz Stadium. Dalla nascita del nuovo impianto della Juventus, quella di stasera è la prima vittoria giallorossa: 3-1 in rimonta. Dopo il vantaggio iniziale di Higuain, ribaltano il punteggio Kalinic e Perotti, quest'ultimo autore di una doppietta. Segnali incoraggianti per Fonseca in ottica Sivigilia, soprattutto da Zaniolo, mentre per la Vecchia Signora c’è la festa Scudetto, ma anche dei brutti pensieri a meno di una settimana dall’impegno con il Lione. Ci vorrà tutta un’altra squadra, negli uomini e nello spirito, per conquistare la qualificazione alle Final Eight di Lisbona.

HIGUAIN-KALINIC, BOTTA E RISPOSTA

Martusciello prende il posto in panchina di Sarri, squalificato, e lancia tre Under 23 dal primo minuto: Frabotta, Muratore e Zanimacchia. In attacco, senza Dybala, Douglas CostaRonaldo, tocca a Higuain caricarsi le maggiori responsabilità. Nella Roma invece esordio dal primo minuto Fuzato e Calafiori. Fari puntati in avanti su Zaniolo, che fa coppia con Perotti alle spalle di Kalinic. Trascorrono appena cinque minuti e la Vecchia Signora è già in vantaggio grazie ad Higuain, lesto ad approfittare della sponda - su azione di calcio d'angolo - di Rabiot. Chi da corner ferisce, da corner perisce...Al 23' arriva infatti il pari dei giallorossi con la torsione vincente di Kalinic.

PEROTTI LA RIBALTA

Il ritmo della gara non è eccezionale, ma qualche spunto degno di nota si registra comunque, come quello che al 29' porta al tiro Frabotta, fuori di poco. Il terzino sinistro è una delle note più positive, insieme a Muratore, del primo tempo bianconero, non a caso i due con le motivazioni più alte di mettersi in mostra. Gli altri non gigioneggiano, ma quasi. Dall'altra parte la Roma si affida alle accelerazioni di Zaniolo, che fisicamente dimostra di essere in crescita. Bene anche il debuttante Calafiori, che prima si vede annullare (giustamente) il primo gol in serie A, e poi si guadagna un rigore per fallo subito da Danilo. Sul dischetto si presenta Perotti che al 44' non lascia scampo a Szczesny.

TRIS GIALLOROSSO

Pronti via del secondo tempo e per poco la squadra di Fonseca non cala il tris: serve la smanacciata di Szczesny per dire di no al destro deviato di Kalinic. Poco male per gli ospiti, che trovano effettivamente la rete al 52’ con Perotti, anche se gran parte del merito è di Zaniolo, autore dell’assist decisivo. Da segnalare, poco prima del 3-1, il rientro in campo a distanza di oltre sei mesi dall’infortunio, proprio in occasione del match d’andata, di Demiral. La Vecchia Signora non accetta la brutta figura ed è sfortunata sul palo colpito da Ramsey. La Roma invece continua a pungere in ripartenza: questa volta però Szczesny non si fa trafiggere dal tentativo di Perotti. Nel finale c’è spazio anche per altri giovani juventini come Olivieri e Vrioni, ma pure per Pinsoglio. Tanta confusione, ma il risultato non cambia.