Rabiot in azione
Rabiot in azione

Torino, 3 dicembre 2020 - Il giorno dopo la netta affermazione contro la Dinamo Kiev, la Juventus fa la conta fra le notizie buone e quelle meno buone. I bianconeri possono sorridere guardando il ranking Uefa: il 3-0 rifilato agli ucraini e la contemporanea sconfitta del Real Madrid, che rischia di essere eliminato in questa fase a gironi di Champions League (sarebbe la prima volta nella storia dei Blancos), ha fatto sì che i campioni d'Italia superassero gli spagnoli al terzo posto con 111.000 punti, contro i 110.000 dei Galacticos. Adesso la Vecchia Signora è dietro solo a Bayern Monaco, primo a quota 120.000 punti, e Barcellona, secondo a 116.000. 

Si ferma Demiral 

Barcellona che sarà il prossimo avversario in Europa di Bonucci e compagni, che l'8 dicembre al Camp Nou andranno a caccia di una vera e propria impresa per strappare ai catalani il primo posto nel girone. Alla Juventus è necessario vincere con almeno tre gol di scarto dopo lo 0-2 incassato in casa nel match d'andata. In occasione della gara con i blaugrana, Andrea Pirlo dovrà fare a meno di Merih Demiral. Il turco, appena rientrato dal precedente infortunio, si è sottoposto agli esami strumentali dopo il problema muscolare accusato ieri sera. I test hanno evidenziato una lesione di basso grado del muscolo retto femorale della coscia destra, il che comporterà quantomeno 10 giorni di stop per l'ex Sassuolo. 

Testa al derby

In difesa saranno quindi chiamati agli straordinari Bonucci, de Ligt e Danilo, alla luce pure dell'assenza di Giorgio Chiellini, nuovamente k.o. per un guaio muscolare. Chi non mancherà contro il Barcellona è Adrien Rabiot, reduce da un brillante avvio di stagione. "Il successo di ieri sera ci ha fatto bene sia mentalmente, sia perché così andiamo a Barcellona con la speranza di centrare il primo posto - le parole del francese a Sky Sport - Sarà una gara difficile ma siamo ancora in corsa". Prima però c'è da concentrarsi sul derby della Mole fissato per sabato. "Sarà un impegno probante. Occorre stare attenti perché loro faranno di tutto per vincere e per rilanciarsi. Dal canto nostro dobbiamo continuare a crescere e prenderci questi tre punti ad ogni costo". 

Leggi anche: Chiesa show contro la Dinamo