Fabio Quagliarella
Fabio Quagliarella

Torino, 5 gennaio 2021 - Con l'infortunio occorso ad Alvaro Morata, che sicuramente salterà la sfida di domani a San Siro con il Milan, ma che è in forte dubbio pure per quella di domenica con il Sassuolo, torna a galla in casa Juventus il solito problema dell'assenza di un'alternativa allo spagnolo. Problema che andrà risolto in questo mercato di riparazione. Ma guai a pensare a investimenti pesanti da parte della società piemontese, in cerca di una riserva e non di un titolare. Ecco perché i nomi che si fanno in queste ore, fatta eccezione probabilmente per un paio, non sono di primissima fascia e non sembrano stuzzicare particolarmente la fantasia dei tifosi bianconeri. 

Da Depay a Llorente

Scorrendo la lista di Fabio Paratici, i profili di maggior qualità - e di conseguenza di maggior costo - sono quelli di Memphis Depay, Arkadiusz Milik e Olivier Giroud, con quest'ultimo citato pubblicamente da Andrea Pirlo nel post Juventus-Udinese. Tutti e tre hanno il contratto che scade il 30 giugno 2021, ma Lione, Napoli e Chelsea non intendono liberarli a zero. Anzi, i transalpini e gli azzurri in particolare sparano alto nelle richieste per cedere i due calciatori. Restando in tema Napoli, c'è da registrare pure il sondaggio della Vecchia Signora per Fernando Llorente, che a Torino conoscono bene per la sua esperienza all'ombra della Mole fra il 2013 e il 2015, contraddistinta da 92 presenze e 27 reti. 

Idea Quagliarella

Da un potenziale cavallo di ritorno a un altro: Fabio Quagliarella, anch'egli con il contratto in scadenza. La Sampdoria non si metterebbe di mezzo se la punta nativa di Castellammare di Stabia decidesse di tornare a vestirsi di bianconero, come accaduto dal 2010 al 2014, per un totale di 102 gettoni e 30 marcature. Infine, ecco Graziano Pellè, vera e propria occasione di mercato. L'attaccante classe '85 si è appena svincolato dallo Shandong Luneng, club cinese al quale era approdato nel 2016, ed è pronto a rientrare in Italia in caso di una chiamata. La Juve per il momento lo tiene in stand-by, in attesa di capire se altre trattative potranno andare in porto. 

Leggi anche: Alex Sandro positivo