Miralem Pjanic

Torino, 10 settembre 2018 - "Serve qualcosa in più per riportare a casa la Champions League, è uno degli obiettivi a cui vuole arrivare la squadra". Così parla Miralem Pjanic dal ritiro della sua Bosnia ai microfoni di Pressing riguardo la stagione della Juventus, che si appresta a iniziare l'avventura europea (il 19 settembre in casa del Valencia, ndr). "Questo è un gruppo forte, una società forte e noi crediamo a questo sogno - sottolinea il centrocampista bianconero - Allegri ha detto chiaramente che da quando è alla Juve si gioca sempre per provare a vincere tutte le competizioni, a volte c'è la fortuna, a volte meno. Abbiamo fatto due volte la finale negli ultimi quattro anni, non è poco. La Champions è un obiettivo per la squadra".

SU CR7 E FUTURO - Non più insomma un semplice sogno nel cassetto, e questo per merito anche dello sbarco di Cristiano Ronaldo a Torino. "Non sono io il Cristiano Ronaldo della Juve, lui è il nostro giocatore chiave, ha vinto tantissimo, uno dei migliori di sempre. Averlo in squadra è un qualcosa in più per noi tutti - il pensiero dell'ex Roma - Speriamo ci possa dare una mano per fare più degli anni passati". E l'ambizione di vincere finalmente in Europa è la molla che ha spinto Pjanic a voler proseguire a tutti i costi l'avventura in bianconero, nonostante le offerte non mancassero. "Io sono contento di essere rimasto, l'obiettivo è crescere e far vincere il club. Chiudere la carriera alla Juve? Vediamo".