Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 2 aprile 2021 - Il derby della Mole per mettersi alle spalle le polemiche meno recenti, come quelle post eliminazione dalla Champions e post sconfitta con il Benevento, e quelle più recenti, vedi il caso che ha coinvolto Arthur, Dybala e McKennie, con i tre che saranno esclusi dalla gara. Con lo scudetto praticamente andato, la Juventus deve innanzitutto difendere la propria attuale posizione, onde evitare quello che sarebbe un vero e proprio disastro come la retrocessione in Europa League. Uno scenario al quale Andrea Pirlo e tutto l'ambiente si rifiutano assolutamente pensare ed è per questo che è necessario battere il Torino

"Vinciamole tutte"

"L'obiettivo è quello di vincere tutte le partite, poi vediamo cosa succederà alle squadra che in classifica ci stanno sia davanti che dietro. Domani - sottolinea il tecnico bianconero - dovremo giocare con grande orgoglio. Siamo una squadra composta da grandi campioni che hanno già affrontato momenti complicati come questo e avranno voglia di rivalsa. Ho la fortuna di poter contare su un gruppo fantastico che può fare certamente meglio rispetto a quanto accaduto nell'ultimo periodo". Gruppo con il quale Pirlo non ha ancora avuto un confronto. "Questo perché diversi sono appena rientrati dalle Nazionali. C'è stato però modo di parlare con tutti singolarmente. Siamo consapevoli dell'importanza della sfida". 

Quante assenze

Ad attendere la Vecchia Signora ci sarà un Torino alla disperata ricerca di punti salvezza. "Il Torino è cambiato dopo all'arrivo di Nicola: adesso ha un'impronta ben precisa. Dovremo affrontare l'impegno con grande rabbia e aggressività". Questo nonostante le tante assenze con i quali i campioni d'Italia in carica dovranno fare i conti. Oltre ai già citati Arthur, Dybala e McKennie infatti, Pirlo non potrà contare né sullo squalificato Buffon, né su Bonucci e Demiral, entrambi positivi al Covid-19. Alla luce dell'assenza dei due centrali, toccherà a Chiellini far coppia con de Ligt al centro della retroguardia. "Giorgio sta bene. Ringraziamo Mancini che l'ha fatto tornare prima. Si è allenato bene e speriamo di vederlo in campo ancora a lungo. Szczesny? E' da valutare. Aspettiamo il tampone e poi vedremo. Se non sarà a disposizione è pronto Pinsoglio".

Leggi anche: Le probabili formazioni di Bologna-Inter