Douglas Costa
Douglas Costa

Torino, 16 settembre 2019 - La trasferta a Madrid si avvicina a grandi passi per la Juventus, che oggi si è allenata alla Continassa concentrandosi sulla tattica anti Atletico e sulle palle ferme. Ha lavorato a parte Miralem Pjanic, uscito anzitempo a Firenze per un problema muscolare. Gli esami hanno dato esito negativo: nessuna lesione per il centrocampista bosniaco, che potrebbe anche farcela per l'esordio in Champions League. Se così non dovesse accadere, al suo posto toccherebbe a Rodrigo Bentancur. Nessuna possibilità di recupero invece per Douglas Costa, che ha riportato una lesione di medio grado al muscolo semimembranoso della coscia destra; tra quindici giorni verranno effettuati nuovi controlli per definire con precisione i tempi di recupero.

Intanto, la società bianconera ha reso noto il programma della giornata di domani. Alle 11.05 la squadra campione d'Italia scenderà in campo al JTC per l'ultimo allenamento prima della partenza per Madrid. All'arrivo al Wanda Metropolitano, ecco il classico Walkaround e, a seguire, la conferenza stampa di Maurizio Sarri alle 18:45. Sarà il momento per cercare di capire chi agirà in attacco assieme a Cristiano Ronaldo e Gonzalo Higuain. Con Federico Bernardeschi in evidente difficoltà, il ruolo di titolare pare destinato a uno fra Juan Cuadrado e Paulo Dybala, con la Joya che potrebbe essere schierato come trequartista. 

Chi sembra certo del posto è Blaise Matuidi, che oggi ha parlato ai microfoni di Sky Sport della sfida che attende la Juve. "Andiamo a Madrid per cercare di fare risultato. Abbiamo una squadra che può riuscire in grandi cose, ma giocare in casa dell’Atletico, che conosciamo bene, non è mai facile - il pensiero del francese - Abbiamo incontrato i Colchoneros in amichevole, ma sarà differente: sappiamo che l’Atletico è una formazione complicata da affrontare. Ci sono molte squadre che possono vincere la Champions, e noi siamo fra queste. Tutto può succedere, vogliamo fare qualcosa di importante, affrontando la competizione match dopo match".