Kalidou Koulibaly, 27 anni
Kalidou Koulibaly, 27 anni

Torino, 25 maggio 2019 - In attesa di svelare le carte riguardo al prossimo allenatore, la dirigenza della Juventus si muove contemporaneamente sul mercato giocatori. E lo fa con la chiara idea di non rivoluzionare la rosa, ma andando a piazzare tre colpi di primissimo livello. L'impellenza maggiore riguarda naturalmente il reparto arretrato: l'addio al calcio di Andrea Barzagli (che la Vecchia Signora vorrebbe tenere con sé in altre vesti), quello al mondo bianconero di Martin Cáceres e l'età che inesorabilmente avanza (in maniera inversamente proporzionale alla tenuta fisica) per Giorgio Chiellini, costringono i campioni d'Italia ad almeno un paio di innesti.

Oltre a uno fra Merih Demiral, turco classe '97, che la Juve può prendere dal Sassuolo per 15 milioni di euro vista l'opzione fissata al momento dell'acquisto del giocatore da parte dei neroverdi, e Cristian Romero, destinato a sbarcare a Torino fra questa e la prossima estate, i bianconeri pensano soprattutto a quattro profili. In cima alla lista c'è quel Matthijs de Ligt che con il suo colpo di testa ha eliminato dalla Champions League la squadra di Massimiliano Allegri. Il capitano dell'Ajax è finito nei radar di Fabio Paratici e Pavel Nedved da tempo e rappresenterebbe non solo il presente, ma soprattutto il futuro, della retroguardia. Il problema, oltre alla valutazione (circa 80 milioni di euro) del cartellino da parte dei lancieri, c'è la forte concorrenza, con il Barcellona in testa, seguito a ruota dal Manchester United.

Se arrivare a de Ligt dovesse effettivamente risultare impossibile, l'altro grande nome è quello di Kalidou Koulibaly. Ma, se la storia insegna qualcosa, è che trattare con Aurelio De Laurentiis è molto complicato. I rapporti si sono deteriorati dopo il caso Gonzalo Higuain e alla Juve servirebbe davvero mettere sul piatto un'offerta irrinunciabile, per convincere il presidente del Napoli.

Il piano C porta invece ad Alessio Romagnoli, che piace soprattutto a Paratici, e che potrebbe essere sacrificato dal Milan in caso di mancata qualificazione alla prossima Champions League, oltre a Kostas Manolas, l'unico dei quattro appena citati ad avere nel proprio contratto una clausola rescissoria: 36 milioni di euro, che Madama può versare quando vuole per strapparlo alla Roma.