L'Allianz Stadium (Ansa)
L'Allianz Stadium (Ansa)

Napoli, 22 dicembre 2020 - Juventus-Napoli si giocherà: a sancirlo è il Collegio di Garanzia presieduto dall'ex Ministro degli Esteri Franco Frattini, che ribalta le precedenti sentenze emesse da Tribunale federale e Corte Sportiva d'Appello. Un verdetto che riscrive sia la classifica dell'attuale Serie A, togliendo il punto di penalizzazione agli azzurri, sia un calendario che dovrà quindi trovare un buco per piazzare la partita più attesa (e discussa). Esultanza nello spogliatoio del Napoli, una volta giunta la notizia: i giocatori avevano da poco finito l'allenamento allo stadio Maradona.

Nuova classifica

Milan 31, Inter 30, Juventus 24, Napoli 24, Roma 24, Sassuolo 23, Atalanta 21, Lazio 21, Verona 20, Sampdoria 17, Udinese 15, Benevento 15, Cagliari 14, Bologna 14, Parma 12, Fiorentina 11, Spezia 11, Torino 7, Genoa 7, Crotone 6.

La data del possibile recupero

La prima data utile potrebbe essere il 13 gennaio, giorno teoricamente dedicato agli impegni di Coppa Italia delle due squadre: probabile che invece si dia la precedenza al campionato, che fungerebbe da antipasto alla finale di Supercoppa, in programma appena una settimana dopo. Il tutto per chiudere una vicenda ricca di polemiche e colpi di scena, come quello odierno, che riconsegna al Napoli la sua graduatoria effettiva in campionato e all'intera Serie A uno degli appuntamenti più affascinanti (e nervosi) delle ultime stagioni.

Leggi anche - Napoli, periodo no tra infortuni e ritiro punitivo

De Luca

"L'accoglimento del ricorso ripristina giustizia e correttezza", afferma il governatore della Campania Vincenzo De Luca. "Si riconoscono - spiega  - come valide e irrinunciabili le ragioni di tutela della salute espresse dalle decisioni delle Asl di Napoli, e soprattutto si ripristinano i valori della lealtà sportiva, clamorosamente violati dalle precedenti sentenze". De Luca esprime una "piena soddisfazione e l'apprezzamento per la decisione del Coni".