Fabian Ruiz in azione contro la Juventus (Ansa)
Fabian Ruiz in azione contro la Juventus (Ansa)

Napoli, 3 ottobre 2020 - Marcia d'avvicinamento anomala verso il big match Juventus-Napoli, in programma domenica 4 ottobre alle 20.45. Il destino di una partita attesissima è nelle mani del Covid-19: una triste costante in questo 2020, che è tornata ad affacciarsi con prepotenza sul mondo del pallone dopo il caso Genoa.

Le probabili formazioni

Juventus (3-4-1-2): Szczesny; Danilo, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Arthur, Bentancur, Frabotta; Ramsey; Kulusevski, C. Ronaldo. All.: Pirlo

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; F. Ruiz, Demme, Lobotka; Lozano, Osimhen, Mertens. All.: Gattuso

Orari tv e dove vederla

Juventus-Napoli (fischio d'inizio alle 20.45) sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sky Sport Uno (canale 201 del satellite) e Sky Sport Serie A (canale 202 del satellite). Disponibile anche lo streaming sul dispositivo SkyGo.

QUI JUVENTUS - Bene ma non benissimo: si potrebbe riassumere così il primo impatto dato dalla Juve targata Pirlo, che almeno in difesa ha le idee chiare. Davanti a Szczesny agiranno Danilo, Bonucci e Chiellini e non potrebbe essere altrimenti date le sirene di mercato che allontanano sempre di più Rugani da Torino e la condizione ancora precaria di Demiral. A centrocampo sono sicuri di una maglia i centrali Arthur e Bentancur, nonostante quest'ultimo sia insidiato da McKennie, così come Cuadrado a destra: a sinistra il restante posto se lo giocheranno Frabotta, Dybala e Morata, con il primo in vantaggio nel ballottaggio. Tutto sicuro invece davanti, con Ramsey a supporto di Ronaldo e Kulusevski, uno che quando vede azzurro si esalta.

QUI NAPOLI - Gattuso contro il Covid: si potrebbe sintetizzare così la marcia d'avvicinamento del tecnico calabrese al match più atteso, che il suo Napoli dovrebbe affrontare senza Zielinski ed Elmas, positivi al Coronavirus, che raggiungono così ai box capitan Insigne, appiedato da un guaio muscolare. Almeno in difesa per Ringhio c'è abbondanza: si comincia dai pali, dove Ospina e Meret che si giocano il posto, con il colombiano in vantaggio. L'altro dubbio alberga a sinistra: Hysaj, appena tolto dal mercato dopo tanti mesi vissuti da quasi separato in casa, dovrebbe essere preferito a Mario Rui. A centrocampo le scelte sono obbligate, con Fabian Ruiz, Demme e Lobotka chiamati a stringere i denti. Discorso analogo in attacco: al centro ci sarà Osimhen, assistito da Mertens e dal redivivo Lozano, che un anno fa, proprio contro la Juve, trovò il primo gol in azzurro.