Alvaro Morata
Alvaro Morata

Torino, 15 novembre 2021 - Il momento del riscatto per Alvaro Morata è finalmente arrivato. L'attaccante della Juventus non segnava in Nazionale dalla semifinale dello scorso Europeo, con quella rete rifilata all'Italia che fece sognare la Spagna. Poi l'errore dal dischetto durante la lotteria dei rigori: errore che di fatto costò l'approdo all'atto conclusivo alle Furie Rosse. Le critiche dei tifosi iberici sono state feroci nei confronti del loro numero 9, che ha ricevuto anche offese personali, alla sua famiglia e minacce. Il classe '92 si è però preso la rivincita contro i detrattori, firmando ieri sera il gol partita contro la Svezia, che è valso la qualificazione ai Mondiali 2022. 

"Ora concentrato sulla Juve"

Una gioia immensa per l'ex Real Madrid, che aveva estremo bisogno di una serata del genere. Una gran bella ricarica di energia positiva in vista del rientro a Torino. "Il mio primo obiettivo adesso è tornare nel mio club e fare meglio, perché è un periodo in cui non riesco a esprimermi come vorrei - l'ammissione di Morata - Questo gol mi dà sicuramente fiducia. Vengo da un infortunio e per la troppa voglia di recuperare in fretta ho peggiorato le cose. Ora è il momento di lavorare e fare bene con la Juventus per meritarmi un posto qui in Nazionale anche in futuro". In questa annata, la punta bianconera ha messo finora a referto appena quattro centri in 14 apparizioni. 

Futuro da scrivere

Uno score insoddisfacente per la società e il giocatore stesso, che punta a guadagnarsi la conferma anche per la prossima stagione. Morata è infatti in prestito dall'Atletico Madrid, che la scorsa estate ha incassato 10 milioni di euro per il rinnovo del prestito, ai quali ne vanno sommati altri 10 già sborsati il primo anno dalla Vecchia Signora. A Madama servono 35 milioni per riscattare il calciatore. Una possibilità e non un obbligo per i piemontesi, che valuteranno la posizione di Alvaro da qui ai prossimi mesi. Sullo sfondo resta il forte interesse per Dusan Vlahovic: dovesse buttarsi sul serbo, la dirigenza juventina a quel punto abbandonerebbe la pista Morata per risparmiare quei soldi necessari per tentare di arrivare al classe 2000 della Fiorentina. 

Leggi anche: Italia qualificata al Mondiale se...