L'esultanza di Morata
L'esultanza di Morata

Torino, 16 dicembre 2020 - Fra le notizie più liete di questo avvio di stagione della Juventus c'è senza dubbio Alvaro Morata. Lo spagnolo ha finora messo a segno nove gol in 14 partite fra campionato e Champions League, dove è risultato essere il capocannoniere della fase a gironi assieme ad Haaland, Rashford e Neymar con sei centri. Mica male per un attaccante che in estate, al suo ritorno a Torino, era considerato un ripiego rispetto a Luis Suarez ed Edin Dzeko, gli altri obiettivi bianconeri. Ma a qualche mese di distanza, si può tranquillamente affermare che la dirigenza piemontese ha vinto la sua personale scommessa, anche alla luce dell'intesa fra il proprio numero nove e Cristiano Ronaldo.

45 milioni per il riscatto

Ecco allora che la Vecchia Signora sembra essere già convinta di esercitare a fine l'opzione di riscatto dall'Atletico Madrid versando nella casse degli spagnoli 45 milioni di euro, che si andrebbero a sommare ai 10 già versati per il prestito. "A fine stagione sarà riscattato, ne sono sicuro - ha detto Juanma Lopez, l'agente di Morata, ai microfoni di gianlucadimarzio.com - È sempre stato la prima scelta della Juventus e lui sarebbe andato soltanto lì. C'è stato un problema all'inizio perché l'Atletico Madrid voleva cederlo soltanto a titolo definitivo, ma poi verso la fine del mercato con l'arrivo di Suarez si è sbloccata la cessione di Morata. Sia Pirlo che Paratici lo hanno chiamato più volte, in particolare Fabio ha inciso molto nel suo percorso professionale e ha premuto molto per portarlo in bianconero". 

Leggi anche: Le probabili formazioni di Juventus-Atalanta