Rovella contro Cuadrado
Rovella contro Cuadrado

Torino, 30 dicembre 2020 - Testa al presente, ma con lo sguardo ben rivolto anche al futuro. E' questa la politica sul mercato che la Juventus adotta e porta avanti ormai da anni. La società bianconera è sempre vigile sulla crescita dei giovani talenti, sia del panorama internazionale ma soprattutto del circondario italiano. Quando un ragazzo si mette in particolare evidenza, la Vecchia Signora c'è. E la trattativa imbastita con il Genoa per Nicolò Rovella ne è la fotografia ideale. Un po' come accaduto a suo tempo con Cristiano Romero, oggi all'Atalanta, anche stavolta i piemontesi hanno fiutato il colpo da casa rossoblù e hanno deciso di accelerare, lasciando però il classe 2001 in prestito al Grifone. 

10 milioni per Rovella

Il nativo di Segrate, che finora ha collezionato otto presenze fra campionato e Coppa Italia (fra cui quella proprio contro Cristiano Ronaldo e compagni a Marassi), resterà in Liguria almeno fino al termine della stagione, anche se la sua permanenza potrebbe prolungarsi anche nella prossima annata, a patto che il Genoa si salvi. D'altronde non c'è fretta, anche perché potendo contare su de Ligt e Demiral, il club torinese si sente le spalle ben coperte in difesa. Rovella potrà crescere con calma, per poi arrivare all'ombra della Mole per giocarsi le proprie carte e conquistare un posto nella rosa dei campioni d'Italia, che nel frattempo sono pronti a versare circa 10 milioni di euro nelle casse dei genovesi. 

Portanova nel mirino del Genoa

Prima di firmare con Madama però, Rovella rinnoverà il proprio contratto con il Grifone, in scadenza il prossimo 30 giugno. Nei discorsi fra i dirigenti bianconeri e rossoblù si è fatto pure il nome di Manolo Portanova, che piace eccome al Genoa. L'attaccante classe 2000, inserito da Andrea Pirlo in pianta stabile nel giro della Prima Squadra dopo la scorsa annata in forza all'Under 23, potrebbe approdare in prestito alla corte di Davide Ballardini durante il mercato di riparazione, così da ritagliarsi uno spazio sicuramente maggiore di quello che non avrebbe a Torino (due i gettoni stagionali, per un totale di 70 minuti). 

Leggi anche: Juve, rosa al completo contro l'Udinese