Dybala ringrazia CR7 per l'assist (Ansa)
Dybala ringrazia CR7 per l'assist (Ansa)

Torino, 26 giugno 2020 - Ronaldo-Dybala, Dybala-Ronaldo. Cambia l'ordine degli addendi, ma non il risultato: dopo il Bologna, la Juventus fa secco anche il Lecce (in dieci per un'ora a causa dell'espulsione di Lucioni) grazie di nuovo alla Joya e a CR7, che sbloccano il punteggio di una gara che si stava complicando per i bianconeri. Del rientrante Higuain e di de Ligt le altre reti per il definitivo 4-0, che lancia la Vecchia Signora sempre più in vetta alla classifica del campionato (momentaneo +7 sulla Lazio e +11 sull'Inter). 

Novità, Spadafora annuncia: "In chiaro gol e azioni salienti di tutta la Serie A"

Juventus-Lecce 4-0, rivivi qui la diretta

Serie A, risultati e classifiche

INGENUITA' DI LUCIONI, LECCE IN 10 

Chi pensava a un Lecce in versione vittima sacrificale si deve ricredere dopo appena tre minuti, quando Rispoli ha subito la palla per il vantaggio ospite, ma non inquadra la porta. Madama pare tutt’altro che concentrata e al 15’ un errore banale di Cuadrado concede a Mancosu un’altra chance. I bianconeri faticano a trovare spazi e così sono costretti a tentare il tiro dalla lunga distanza: Rabiot è intraprendente, Gabriel attento. Ci prova anche Ronaldo, ma la mira non è precisa. Il Lecce sembra in controllo delle operazioni e invece al 30’ deve registrare l’uscita dal campo di Lucioni per espulsione. Fatale al difensore di Liverani il fallo da ultimo uomo su Bentancur, bravo a sradicargli la palla dai piedi. Nonostante l’inferiorità numerica i salentini non sbandano, ma sul finale di primo tempo sono letteralmente graziati da Ronaldo prima e Bernardeschi poi, che sprecano clamorosamente a due passi da Gabriel. 

DYBALA LA SBLOCCA, DE LIGT LA CHIUDE

A inizio ripresa la Juventus cerca di accelerare le operazioni. Sarri lancia in campo Douglas Costa (ottimo l’impatto del brasiliano), ma è Bonucci a impegnare Gabriel. Il portiere brasiliano non può nulla invece sul sinistro chirurgico di Dybala, che firma l’1-0. Il vantaggio non sazia i campioni d’Italia, che al 62’ trovano anche il raddoppio con Ronaldo: CR7 si procura e realizza il rigore che sostanzialmente chiude i giochi. Il portoghese potrebbe calare il tris, ma questa volta Gabriel dice no. L'estremo difensore classe '92 si esalta anche sulle conclusioni di de Ligt e Ramsey, ma all'83' deve nuovamente capitolare. Il neo entrato Higuain infatti festeggia il ritorno in campo al meglio, siglando il 3-0 su perfetto assist di tacco di Ronaldo. La punizione per il Lecce diventa ancora più pesante un paio di minuiti dopo, quando de Ligt sfrutta il cross di Douglas Costa insaccando il poker finale. 

Tabellino

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cuadrado, De Ligt, Bonucci, Matuidi; Bentancur (23' st Ramsey), Pjanic, Rabiot (7' st Douglas Costa); Bernardeschi (32' st Muratore), Dybala (32' st Higuain), Ronaldo. In panchina: Pinsoglio, Buffon, Rugani, Olivieri, Wesley. Allenatore: Sarri. 

LECCE (3-5-1-1): Gabriel; Donati; Lucioni, Paz; Rispoli, Mancosu (27' st Barak), Tachtsidis, Petriccione (1' st Rossettini), Vera (33' st Calderoni); Shakhov; Falco (18' st Babacar). In panchina: Vigorito, Chironi, Radicchio, Monterisi, Meccariello, Saponara, Colella, Maselli, Rimoli. Allenatore: Liverani. 

Arbitro: Piccinini di Forlì.

Reti: 8' st Dybala, 17' st Ronaldo (rig), 38' st Higuain, 40' st De Ligt. Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Al 31' pt espulso Lucioni per aver interrotto una chiara occasione da gol. Ammonito: Bentancur. Angoli: 12-4. Recupero: 2', 0'. 

Live