Moise Kean
Moise Kean

Torino, 29 agosto 2021 - In casa Juventus è il giorno di Moise Kean. Dopo essere atterrato ieri sera a Torino, l'attaccante classe 2000 si sottoporrà oggi alle visite mediche. Una volta completate, il ragazzo firmerà con la Vecchia Signora, che lo riabbraccia a distanza di due anni dalla cessione all'Everton. Everton dal quale l'attaccante ritorna con la formula del prestito biennale con obbligo di riscatto, che scatterà al verificarsi di determinate condizioni. Per la Vecchia Signora un investimento da circa 20 milioni di euro per un giovane che nell'ultima stagione ha dimostrato di poter dire la sua in un top club (45 presenze e 19 reti al Paris Saint Germain). 

Ricordando il 2019

 

Chiaro che nessuno dalle parti della Continassa pretenda da Kean che sia il sostituto di Cristiano Ronaldo, ma nelle idee dei bianconeri può rappresentare una risorsa importante per il presente e per il futuro. Tutti a Torino hanno ancora in mente il rendimento nella seconda parte della stagione 2018/19 del nativo di Vercelli, a segno con sei gol in altrettante partite (dalla 27esima alla 33esima giornata di campionato) non appena Massimiliano Allegri gli concesse dei minuti in campo. Prestazioni che convinsero l'Everton a sborsare 30 milioni per assicurarselo, con la Juve disposta a fare il sacrificio di venderlo di fronte a queste cifre. La società piemontese tuttavia non ha mai perso di vista Kean e alla prima vera occasione ha deciso di riprenderselo. 

Mercato non chiuso

 

Kean potrebbe non essere l'ultimo colpo in entrata della Vecchia Signora in questa finestra estiva del calciomercato. La gara con l'Empoli ha infatti messo a nudo tutte le difficoltà tecniche, tattiche e psicologiche della squadra di Allegri. Servirebbe almeno un altro rinforzo a centrocampo, il reparto che più ha patito contro gli azzurri e che ormai da anni rappresenta il problema più annoso dei torinesi. L'acquisto di Manuel Locatelli non sembra bastare, anche se in tre giorni è complicato arrivare a un profilo che possa rispondere alle esigenze juventine. E poi c'è anche il capitolo Mauro Icardi, idea last minute per arricchire ulteriormente l'attacco. Quel che è certo è che da qui alle 23 del 31 agosto saranno ore frenetiche per i dirigenza bianconera. 

Leggi anche: Tutto pronto per l'esordio di Messi