2 apr 2022

Juventus-Inter, Allegri: "Dybala titolare. Niente rinnovo? Scelta condivisa con il club"

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia del derby d'Italia: "Alex Sandro e Chiellini dal primo minuto"

francesco bocchini
Sport
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Torino, 2 aprile 2022 - Paulo Dybala sarà titolare in Juventus-Inter. E' questa la notizia più importante che arriva dalla conferenza stampa di vigilia di Massimiliano Allegri. Un Allegri a cui è stato chiesto inevitabilmente un commento sulla decisione del club di non proseguire il rapporto con la Joya. "Con la società siamo in linea su tutto per programmare e andare avanti. Le scelte vengono prese insieme. Perché Paulo non era più centrale nel progetti? Arrivabene è stato chiaro. Non è il primo caso di giocatore che va via, poi abbiamo altri che hanno il contratto in scadenza. Ma bisogna rimanere concentrati nelle otto di campionato che mancano e qualificarci per la finale di Coppa Italia". 

Infermeria e formazione

Per appuntamenti importanti come quello di domani, motivazione e attenzione verranno in automatico. "Quella contro l'Inter è una bella partita da giocare. Favorita? Difficile dirlo. I nerazzurri soni candidati con il Milan e il Napoli a vincere lo Scudetto. A noi servirà una grandissima prestazione, dobbiamo consolidare il quarto posto battendo la squadra campione d'Italia, perché il nostro obiettivo è quello di giocare la Champions League l'anno prossimo", sottolinea Allegri, che dà qualche indicazione riguardo alla formazione. "Chiellini è a disposizione, Bonucci verrà in panchina ma è ancora indietro, Zakaria e Alex Sandro sono recuperati, quindi siamo quasi al completo. Alex Sandro e Chiellini cominceranno dal primo minuto. Avere tanti giocatori a disposizione è importante, perché ci permetterà da qui al termine della stagione di avere forze fresche". 

Futuro

Non poteva mancare poi una battuta da parte di Allegri sulle parole pronunciate ieri da John Elkann in merito al futuro della Juventus. "Mi hanno fatto piacere, io son sempre stato sereno perché lui non ha mai fatto mancare la sua presenza. Sappiamo quanto è importante la Juve per la famiglia e per la proprietà, sappiamo anche gli sforzi che fanno per mantenerla ad alti livelli. L'anno prossimo - conclude il tecnico livornese - bisogna farsi trovare ai blocchi di partenza in una situazione migliore e per questo stiamo lavorando. Serve crescere ulteriormente come squadra e come ambiente in generale"

Leggi anche: I gironi del Mondiale

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?