Gonzalo Higuain
Gonzalo Higuain

Torino, 2 luglio 2020 - Contro il Lecce è tornato segnando, contro il Genoa invece non ha lasciato il segno (anche perché non ce n'era nemmeno bisogno), ma ha comunque dato respiro a Cristiano Ronaldo. Il pieno recupero fisico ed emotivo di Gonzalo Higuain rappresenta una notizia fondamentale per la Juventus nella corsa allo Scudetto. Già, perché il Pipita può portare forze fresche all'attacco di Maurizio Sarri, che ultimamente ha ripreso a trovare la via della rete con una certa continuità, grazie soprattutto a Ronaldo e Paulo Dybala. I due hanno prodotto insieme sei delle nove reti bianconeri fra Bologna, Lecce e Genoa. 

Chiaro però che con così tanti impegni ravvicinati, anche la Joya e CR7 debbano tirare il fiato. Dal rientro in campo post Covid-19, l'argentino ha giocato 419 minuti, mentre il portoghese 434. E' lecito insomma attendersi un po' di turnover prossimamente, anche se all'orizzonte ci sono sfide delicate come quelle con Torino, Milan e Atalanta. Possibile che Sarri opti per un turno di riposo per uno dei due già in occasione del derby della Mole, con Higuain che è voglioso di riprendersi una maglia da titolare. Recentemente il tecnico ex Chelsea ha elogiato il suo centravanti per la motivazione e la determinazione dimostrate dopo l'infortunio muscolare accusato circa un mese fa. 

Sarri non ha nascosto di aver rivisto quel giocatore che l'estate scorsa ha fatto di tutto pur di convincere la società a tenerlo con sé. La chance dal primo minuto è dietro l'angolo, anche perché il classe '87 sta sempre meglio. Averlo di nuovo a disposizione consente alla Juventus di pensare a nuove soluzioni tattiche, dato che l'interpretazione del ruolo di "9" di Higuain è diametralmente opposta rispetto a quella di Dybala, schierato ultimamente in posizione centrale nel tridente, ma con ampia libertà di muoversi su tutto il fronte d'attacco. Con un giocatore come il Pipita a riempiere l'area, Ronaldo ad esempio può trovarsi più a suo agio. 

A spingere Higuain verso la titolarità contro il Torino ci sono anche i numeri: in carriera il sudamericano ha già rifilato sette reti ai granata. Chissà che Sarri non possa affidarsi anche a questo dato prima di scegliere il suo undici.