Gonzalo Higuain
Gonzalo Higuain

Torino, 15 maggio 2020 - Mancava solo lui all'appello: Gonzalo Higuain è l'ultimo straniero della Juventus, fra quelli che durante il lockdown avevano lasciato l'Italia, a fare il proprio rientro a Torino. Che il Pipita aveva lasciato lo scorso 14 marzo per dirigersi verso Buenos Aires e stare accanto alla madre malata. Durante questo periodo, c'è addirittura chi aveva ipotizzato che l'argentino potesse addirittura restare in patria, nonostante la ripresa della stagione. Uno scenario prontamente smentito dal padre dell'attaccante bianconero, che adesso dovrà osservare 14 giorni di quarantena, prima di potersi di nuovo allenare alla Continassa. 

Dove, nel frattempo, i suoi compagni continuano a recarsi quotidianamente per lavorare, seppur in forma assolutamente individuale. Da lunedì prossimo invece, a meno di clamorosi ribaltoni, 14 calciatori della Juventus, oltre ad alcuni dell'Under 23, avranno modo di riprendere con le sedute collettive: un altro passo verso quella ripartenza del campionato che dovrebbe scattare il 13 giugno. Una data tutta da confermare, ma che sarebbe troppo ravvicinata per pensare di vedere subito in campo, e in una condizione accettabile, Higuain. All'ex Napoli servirà infatti diverso tempo per riacquistare la forma, alla luce del lungo stop. 

Ecco quindi che Maurizio Sarri sarà obbligato a puntare forte su Paulo Dybala da falso nueve. La Joya, che si allena regolarmente alla Continassa da sei giorni a questa parte, ha voglia di riprendere il discorso interrotto dalla gara contro l'Inter. Una splendida azione, quella inscenata di fronte alla difesa nerazzurra, e conclusa con il gol del 2-0, il suo 13esimo stagionale. Se il classe '93 si avvia a essere punto fisso del presente e del futuro bianconero (in arrivo c'è il rinnovo di contratto), lo stesso non si può dire di Higuain, specie per quanto concerne le prossime annate. L'avventura del numero 21 all'ombra della Mole dà infatti l'idea di essere davvero giunta al capolinea questa volta. 

Che il Pipita possa presto dirigersi nuovamente per l'Argentina, magari per vestire la casacca del River Plate? La situazione non è di certo semplice, visto l'ingaggio del giocatore, ma la volontà dei Millonarios e un sacrificio economico da parte della Juventus (che qualcosa è comunque destinata a lasciare sul tavolo) e di Higuain potrebbero spalancare le porte per il ritorno in patria.