Pep Guardiola e Maurizio Sarri
Pep Guardiola e Maurizio Sarri

Torino, 22 maggio 2019 - Nonostante la confusione attorno al nome del nuovo allenatore della Juventus, il titolo in Borsa dei bianconeri sta facendo registrare un +6%. Le indiscrezioni legate al nome di Pep Guardiola hanno creato un certo eccitamento fra gli investitori. Il nome dell'attuale tecnico del Manchester City del resto stuzzica la fantasia dei tifosi e non solo. Anche i più importanti siti di scommesse cominciano a credere al colpo Guardiola, visto che, guardando le quote, l'ex Barcellona è diventato il favorito numero uno. Fatti che comunque non certificano la veridicità delle voci che vorrebbero il catalano verso Torino.

In questo momento non è ancora data sapersi la risposta di Guardiola alle avanches bianconere. Che Andrea Agnelli e la dirigenza abbiano pensato immediatamente a lui non appena preso atto della necessità di cambiare la guida tecnica, però, non ci sono dubbi. Ma l'affare resta comunque complicato, anche solo per il contratto che lega Guardiola fino al 2021 al City, che non ha nessuna intenzione di lasciar andare via quello che viene considerato all'unanimità come uno - se non - l'allenatore più bravo del mondo. Stando a quanto raccontano dall'Inghilterra, i Citizens sarebbero pronti a blindarlo con un ricchissimo prolungamento.

Questo rumors potrebbe tuttavia nascondere una certa paura da parte dei campioni della Premier di perdere il proprio tecnico. Intanto, su Instagram, Douglas Costa pare apprezzare e non poco l'ipotesi di rimettersi a disposizione di Guardiola, con il quale ha già lavorato ai tempi del Bayern Monaco. I 'likes' galeotti del brasiliano ai messaggi di speranza dei tifosi juventini sotto a un suo post non mentono. Sui social è letteralmente scoppiata la 'Pep-mania'. Un entusiasmo che fra i sostenitori bianconeri non si vedeva da un anno a questa parte, più precisamente da quando si cominciò si vociferare dell'affare Cristiano Ronaldo, anch'esso ritenuto impossibile a suo tempo. Poi sappiamo tutti come sia andata a finire.

Nel frattempo, l'altro candidato (fra i tantissimi ipotizzati in questi giorni) per la panchina della Vecchia Signora, Maurizio Sarri, ha rotto il silenzio: "Non penso al futuro in questo momento, sono concentrato sulla finale con l'Arsenal - le parole del mister del Chelsea -. Per quanto mi riguarda, ho ancora due anni di contratto e non ho avuto contatti con altri club. Sono felice di restare qua, ma devo confrontarmi con la società per capire se è soddisfatta di me". L'ex Napoli ha insomma tutt'altro che chiuso a un possibile approdo sotto la Mole.