Frabotta in azione
Frabotta in azione

Torino, 8 gennaio 2021 - Se a Gianluca Frabotta solo qualche mese fa avessero detto che avrebbe giocato da titolare a San Siro in un match decisivo per il prosieguo della stagione della Juventus, avrebbe pensato sicuramente di vivere in un sogno. E invece è tutto vero. "E’ stata un’emozione molto forte, sia perché San Siro è uno stadio che rappresenta la storia del calcio, sia perché si trattava di una partita importante per il campionato di entrambe le squadre - racconta il classe '99 ai microfoni di Sky Sport - Due anni fa c’ero già stato a San Siro, ma in quell’occasione non avevo giocato. L’ultimo messaggio che ho mandato prima della partita? Al mio migliore amico: mi ha fatto l'in bocca al lupo e basta". 

"Mandato un messaggio alle rivali"

Una serata che il il terzino nativo di Roma non si scorderà mai, anche perché coincisa con una prestazione autorevole. Tanto che la squadra non ha risentito dell'assenza di Alex Sandro, out a causa del Covid-19. Una lacuna che Frabotta è pronto a colmare anche nei prossimi appuntamenti, a cominciare da quello interno con il Sassuolo. "Contro il Milan è arrivato un successo importante: abbiamo lanciato un messaggio a tutta la Serie A. Adesso c'è il Sassuolo, una squadra che sta facendo benissimo e che ormai non si può più definire come una sorpresa. Anche negli anni passati infatti è sempre stata nelle zone medio-alte della classifica. Sicuramente è una gara importante per noi, perché dobbiamo riuscire a dare continuità ai risultati ottenuti". 

Sognando il primo gol

Per Frabotta si annuncia l'11esima presenza stagionale. Mica male per il terzino promosso dalla Juventus Under 23 alla Prima Squadra da Andrea Pirlo, ma che già aveva debuttato con i campioni d'Italia - peraltro da titolare - lo scorso agosto in occasione della sfida con la Roma, quando ancora sulla panchina bianconera sedeva Maurizio Sarri. "Pirlo mi trasmette fiducia - sottolinea il numero 28 - Sicuramente voglio crescere e allenandomi con questi campioni si può migliorare sensibilmente. Mi piacerebbe tanto trovare il mio primo gol in Serie A, riuscire a segnare con la Juve sarebbe bellissimo, è il sogno di ogni bambino". Ma la storia di Frabotta insegna che a volte i sogni possono trasformarsi in realtà. 

Leggi anche: Juventus-Sassuolo, precedenti ed ex della sfida