Andrea Pirlo (Ansa)
Andrea Pirlo (Ansa)

Torino, 21 dicembre 2020 - Ultimo fatica del 2020 per la Juventus, che domani (calcio d'inizio alle 20:45) ospita la Fiorentina all'Allianz Stadium. Un avversario, secondo Andrea Pirlo, da prendere con le pinze nonostante i risultati deludenti e la classifica deficitaria dei viola. "Affrontiamo una buona squadra che ha ha tanti ottimi giocatori. Vengono da un momento un po' difficile, visto che hanno cambiato da qualche settimana l'allenatore. Però nel complesso è squadra di valore e che verrà qui per fare la sua partita, difendendosi e cercando di ripartire - il pensiero del tecnico bianconero - Noi dovremo stare attenti perché è l'ultimo impegno di quest'anno, che dobbiamo chiudere nel migliore dei modi". 

Parole al miele per Prandelli

Nessun dubbio da parte di Pirlo su chi siano i pericoli principali. "Hanno un calciatore molto forte fisicamente come Vlahovic e uno di grande classe come Ribery, quindi dovremo stare attenti soprattutto a loro due. Prandelli? E' un tecnico in gamba e ho avuto la fortuna di essere allenato da lui in Nazionale. È bresciano come me, quindi lo conosco molto bene e mi fa molto piacere che sia rientrato su una panchina in serie A. Ho vissuto tanti bei momenti con lui. Abbiamo fatto un grandissimo Europeo, perdendo la finale contro la Spagna. È una persona veramente di cuore, quindi lo rivedo con felicità. Credo si meriti di ottenere qualcosa di più dal campo di quanto non sia successo finora". 

"Stessa voglia di Parma"

Tornando ai temi strettamente di casa Juventus, Pirlo conta di vedere contro la Fiorentina lo stesso atteggiamento mostrato da parte della squadra a Parma. "Eravamo arrabbiati per non aver ottenuto i tre punti contro l'Atalanta, quindi sapevamo che dovevamo vincere a ogni costo al Tardini. Abbiamo fatto un'ottima gara con un grande spirito e voglia di imporre il nostro gioco dal primo fino all'ultimo minuto - dice il mister della Vecchia Signora - Questa deve essere sempre la nostra forza durante tutte le partite. Siamo in grande crescita, però è importante dare continuità alle prestazioni e ai risultati, anche perché abbiamo ancora grandi margini di miglioramento".

Dybala sì, Arthur no

Rispetto alla trasferta in casa dei ducali, domani si dovrebbe rivedere Paulo Dybala, almeno in panchina. "Paulo oggi si è allenato un po' con la squadra perciò sta meglio e credo che domani possa venire con noi. Anche Demiral sta meglio, mentre Arthur non è a disposizione". 

Leggi anche: Il programma della quattordicesima giornata di Serie A