Torino, 15 dicembre 2017 - Colpo gobbo verrebbe da dire in questi casi, specie se di mezzo c'è la Juventus. I bianconeri sono al lavoro per il grande rinforzo in mezzo al campo, quello che, con tutto il rispetto per Matuidi e Bentancur, è mancato nella scorsa estate. La trattativa in questione è ormai nota da tempo: la Vecchia Signora ha messo nel mirino Emre Can, il cui contratto con il Liverpool scade a giugno, e non ha intenzione di farselo sfuggire. Continui e proficui i contatti fra la coppia Marotta-Paratici e l'entourage del tedesco, con il quale l'accordo non dovrebbe essere lontano. Il bello di tutto questo è che Madama non spenderà, stipendio a parte, per assicurarsi il classe '94, che con l'inizio del nuovo anno sarà libero di firmare con il club che preferirà.

Il mediano di origine turca, in caso di effettiva fumata bianca con i campioni d'Italia, sbarcherà sotto la Mole nella prossima estate. Difficile, molto difficile, vederlo prima a Torino, nonostante il pressing della Juve, che sarebbe disposta a sborsare un indennizzo in favore del Liverpool a gennaio. Gli inglesi tuttavia non sembrano propensi a lasciar partire il loro gioiello nel mercato di riparazione, anche se ciò significa perderlo a parametro zero a fine stagione. Il rinnovo con i Reds infatti è un'opzione che il calciatore non prende più in considerazione. Lo ha capito Klopp, che continua comunque a schierarlo regolarmente in campo. Come biasimarlo: in un campionato competitivo come la Premier League, Emre Can se non fa la differenza, poco ci manca.

Fisico, atletico, dotato di intelligenza calcistica e tempi di lettura della giocata sopra la media. L'ex Bayer Leverkusen è il prototipo del centrocampista moderno, in grado di ricoprire più ruoli. In carriera Emre Can ha infatti agito anche come terzino destro, il che lo renderebbe un jolly prezioso per i bianconeri. Eppure le cose migliori le ha mostrate da mezzala, ma non ci sentiamo di escludere che in caso di emergenza il giocatore sarebbe pronto anche a spostarsi qualche metro più indietro rispetto al suo consueto raggio d'azione. Tutto questo per dire che, per rapporto qualità/prezzo, Emre Can potrebbe tranquillamente essere annoverato fra i colpi più importanti messi a segno dalla dirigenza piemontese negli ultimi anni.

Specie se si pensa alle recenti prestazioni di Khedira, che sembra sulla via del tramonto. Logico che la Vecchia Signora stia lavorando per trovare un'alternativa all'ex Real Madrid, che in estate potrebbe volare in America. E quale più degno sostituto se non Emre Can, forse il giocatore che per caratteristiche più si avvicina a lui? La tavola pare insomma apparecchiata per l'arrivo del calciatore dei Reds, che tuttavia potrebbe ritrovarsi contro in Champions i suoi futuri compagni di squadra, a patto che Juve e Liverpool superino le rispettive avversarie. Uno strano scherzo del destino, ma che non metterebbe in dubbio il futuro bianconero di Emre Can.