Paulo Dybala (Ansa)
Paulo Dybala (Ansa)

Torino, 26 settembre 2021 - E' allarme attacco per la Juventus. I bianconeri escono incerottati dalla sfida con la Sampdoria, vinta per 3-2. Le notizie dall'infermeria sono tutt'altro che rassicuranti infatti: come annunciato da Massimiliano Allegri al termine della gara, contro il Chelsea e il Torino mancheranno sia Paulo Dybala che Alvaro Morata. "Sicuramente non ci saranno. Speriamo di riaverli dopo la sosta. Gli infortuni fanno parte del gioco, bisogna essere bravi a disputare queste partite anche con degli assenti", le parole del tecnico bianconero.

Condizioni da valutare

L'argentino ex Palermo, autore del gol del vantaggio e di giocate di pregevole fattura contro i blucerchiati, ha chiesto il cambio dopo circa 20 minuti, lasciando il campo addirittura in lacrime. Lacrime che non hanno bagnato invece il viso di Morata, scuro però in volto al momento della richiesta di sostituzione. Le condizioni di entrambi verranno valutate nelle prossime ore con gli esami del caso. Dopo le sfide della prossima settimana, la Vecchia Signora tornerà in campo il 17 ottobre contro la Roma. Difficile al momento fare previsioni e affermare se Allegri avrà o meno a disposizione il 10 e il 9 per quella data. 

Le soluzioni 

Senza Dybala e Morata, e con ancora Kaio Jorge ai box, certamente partirà dal primo minuto Moise Kean contro Chelsea e Torino. Ad affiancarlo dovrebbe esserci Dejan Kulusevski, che contro la Samp è entrato al posto della Joya, regalando l'assist per il momentaneo 3-1 a Manuel Locatelli. "Oggi ha fatto bene, direi che può giocare in quella posizione, anche se deve giocare meno spalle alla porta", ha detto Allegri riguardo allo svedese. Occhio però alla soluzione Federico Chiesa da seconda punta, con Juan Cuadrado alto a destra e Danilo da terzino. 

Leggi anche: Migliorano le condizioni di salute di Pelè