La gioia di Dybala
La gioia di Dybala

Torino, 9 marzo 2020 - Dall'Inter all'Inter. Per Cristiano Ronaldo la squadra nerazzurra è segnata nel destino. La carriera del portoghese è iniziata 18 anni fa, nell'andata del preliminare di Champions League del 14 agosto 2002 fra il suo Sporting Lisbona e la Beneamata. La stessa società che ieri il cinque volte Pallone d'Oro si è trovato di fronte nella sua gara numero 1000. Un traguardo che CR7 ha festeggiato così sui social: "Sono orgoglioso di raggiungere 1000 partite ufficiali nella mia carriera con una vittoria molto importante che ci porta di nuovo in testa alla classifica! Grazie ai miei compagni, agli allenatori, alla mia famiglia, agli amici e ai tifosi che mi hanno aiutato a raggiungere questo grande traguardo". 

A Ronaldo è mancato solo il gol, sfiorato in un paio di circostanze nel finale del derby d'Italia. Un peccato per l'ex Real Madrid, che aveva la possibilità di entrare nella storia del calcio italiano per il maggior numero di gare consecutive con almeno una rete all'attivo. E invece il fenomeno della Juventus deve accontentarsi di dividere il primato di undici partite di fila con Gabriel Omar Batistuta e Fabio Quagliarella, anche se durante la striscia positiva nessuno dei due ha segnato quanto lui. Dall'impegno del primo dicembre con il Sassuolo a quello del 22 febbraio con la Spal, l'attaccante bianconero è andato in gol per ben 16 volte. 

La sfida con l'Inter non è stata significativa però solo per Ronaldo. Già, perché a prendersi i riflettori ci ha pensato Paulo Dybala. Partito dalla panchina ed entrato nel secondo tempo al posto di Douglas Costa, l'argentino ci ha messo pochissimo a illuminare la scena. Semplicemente meraviglioso il lampo della Joya che è valso il raddoppio della Vecchia Signora, nato da un sontuoso stop del classe '93 e proseguito con il duetto con Ramsey. Per il numero 10 bianconero si tratta del 13esimo gol in stagione, il secondo rifilato ad Handanovic dopo quello dell'andata. E chissà cosa avrà pensato il mondo Inter a vedere un Dybala del genere. 

Da sogno di mercato, l'ex Palermo si è trasformato in un incubo per i nerazzurri, con la Juventus che invece se lo gode, ragionando su un rinnovo di contratto che il giocatore si è meritato con un'annata da protagonista.