Paulo Dybala
Paulo Dybala

Torino, 23 ottobre 2019 - Una serata come quella di ieri Paulo Dybala la aspettava da tempo. Il classe '93 si è presoi riflettori tutto per sé contro la Lokomotiv Mosca, ritirando su le sorti di una gara che si stava mettendo male per la Juventus. Perdere in casa contro i russi sarebbe stato un duro colpo in ottica qualificazione agli ottavi di finale e invece i bianconeri hanno strappato un successo importantissimo, confermandosi peraltro l'unica formazione imbattuta in Europa fra campionato e Champions League. Tutto merito del genio di Dybala, che si è letteralmente inventato il gol del pari, fondamentale per ridestare la Vecchia Signora. 

Un sinistro perfetto, sia per idea che per esecuzione. Con gli avversari schiacciati verso la propria area, serviva un tiro del genere per togliere le castagne dal fuoco. La seconda rete evidenzia invece ì'opportunismo della Joya, brava a farsi trovare nel momento giusto al momento giusto. Poi la sostituzione voluta da Maurizio Sarri per far respirare il numero 10 e per fargli ricevere la giusta standing ovation dall'Allianz Stadium, che non festeggiava per un gol di Dybala dal 6 marzo scorso, giorno di Juve-Milan 2-1. Il sigillo in Champions mancava invece dal 12 dicembre 2018, quando l'argentino andò a segno nella sconfitta rimediata in casa dello Young Boys. 

Dopo i cinque centri nella passata edizione della Coppa dalle grandi orecchie, l'ex Palermo riparte da questa doppietta (la seconda in Champions dopo quella rifilata al Barcellona nei quarti del 2017, ndr), che gli permette di avvicinare Pippo Inzaghi nella classifica dei giocatori bianconeri con più marcature in Europa. Una rivincita importante dopo le insistenti voci che in estate lo volevano lontano da Torino. "Avevo bisogno di questi gol. Forse il primo per come è stato fatto è più bello da vedere, ma il secondo è stato importante perché quando Alex Sandro ha calciato ho capito che il portiere sicuramente una respinta la doveva fare - le parole del talento sudamericano - Lui ha calciato ottimamente, la palla per fortuna è rimasta lì e ho potuto angolarla bene". 

Dybala pensa alla gioia personale, ma soprattutto a quella della squadra. "Sono felice di continuare con questa striscia di vittorie: siamo l'unica formazione in tutte le le competizioni a non aver perso una partita: penso che questo dimostri il grande carattere che abbiamo".