Dragusin in azione
Dragusin in azione

Torino, 9 aprile 2021 - La Juventus blinda Radu Dragusin. Il difensore rumeno, entrato a far parte della rosa della Prima Squadra con l'arrivo di Andrea Pirlo, ha firmato il rinnovo del contratto che scadeva a giugno, legandosi alla società bianconera fino al 2025. Con Ronaldo e compagni, il classe 2002 ha collezionato fino a questo momento quattro presenze, di cui due in Coppa Italia, una in campionato e un'altra in Champions League.

Il ricordo del debutto

Proprio in Champions è arrivato l'esordio con la Vecchia Signora, in occasione della gara casalinga con la Dinamo Kiev. "In quel momento ero in panchina, l'allenatore mi ha detto ‘Drago, cambiati’. Giuro, non so in che modo mi sono messo le scarpe e la maglietta - ricorda Dragusin ai microfoni di Jtv - Mi sono dimenticato anche il mio nome in quel momento. In Romania ci sono tante persone che mi seguono, che mi supportano. La mia esperienza in bianconero è vissuta come una grande avventura perché la Juve è tra i club migliori al mondo. È un onore anche per loro avere un giocatore in questa squadra dopo Mutu". 

"Non vedevo l'ora di firmare"

Come è un onore per il roccioso centrale aver prolungato il proprio matrimonio con Madama. "Le sensazioni sono buonissime, non vedevo l'ora di firmare questo nuovo contratto e rimanere fino al 2025, o magari anche di più, alla Juventus. Sono qui da quando avevo 16 anni, sono cresciuto qui e sono felicissimo. La firma rappresenta uno stimolo in più per dare il 100% ogni giorno. Sono alla Juventus e ho capito che qui devi dare sempre il massimo. Dal punto di vista calcistico ho imparato tante cose, ma l'aspetto migliore è quello umano. Qui sei in mezzo ai campioni e questo ti fa pensare e ti fa crescere". 

Leggi anche: Covid, De Rossi ricoverato