Douglas Costa
Douglas Costa

Torino, 31 maggio 2020 - Il 12 giugno si avvicina. In quella data, se il Governo darà il via libera per anticipare di un giorno rispetto all'iniziale proposta la semifinale di andata di Coppa Italia fra Juventus e Milan, si giocherà la prima partita in Italia post Covid-19. Un momento attesissimo da tutti, compresi i calciatori. Uno di questi è Douglas Costa, che ha lanciato un messaggio chiarissimo attraverso il proprio profilo Twitter. "Truppa della domenica, buongiorno! Siamo già in attesa del 12 giugno per calciare quel pallone da tre punti", ha scritto l'esterno offensivo della Vecchia Signora. 

La squadra di Maurizio Sarri osserva oggi una giornata di riposo dopo una dura settimana di lavoro, nella quale ha iniziato ad aumentare i carichi in vista della ripresa. Ripresa che vedrà i bianconeri immediatamente impegnati in un vero e proprio tour de force: si comincia con il ritorno della semifinale con il Milan e con l'eventuale finale di Coppa Italia, tutto nello spazio di cinque giorni, proseguendo poi con la trasferta a Bologna. Sarà quella la prima delle 12 gare di campionato che la Juventus andrà ad affrontare in circa 40 giorni (dal 23 giugno fino al 2 agosto). Neanche il tempo di rifiatare che, il 7 agosto, andrà in scena il ritorno degli ottavi finale di Champions League con il Lione. 

Insomma, un calendario fittissimo, che costringerà Sarri a far ruotare i propri uomini per mantenere le energie fresche. Sarà fondamentale che tutti stiano bene fisicamente, a cominciare da chi tende a essere più fragile, come Douglas Costa. Il brasiliano può diventare una carta importantissima da giocarsi in questo finale di stagione. Scatto bruciante ed estrema facilità nel saltare l'uomo: con queste qualità, l'ex Bayern Monaco rischia di ricoprire un ruolo spartiacque per i destini della Juventus. Specie se si pensa al fatto che gli avversari dovranno cercare la condizione migliore al rientro in campo, mentre le caratteristiche fisiche del numero 11 bianconero gli permettono di entrare in forma più rapidamente di tanti altri suoi compagni e colleghi. 

Douglas Costa scalpita, come ha raccontato lui stesso: vuole essere protagonista dal 12 giugno in avanti, per riscattare l'ennesima annata sfortunata e caratterizzata dai troppi stop ai box.