Cristiano Ronaldo (Ansa)
Cristiano Ronaldo (Ansa)

Torino, 9 agosto 2020 - Non si placano le voci provenienti dalla Francia in merito al possibile trasferimento di Cristiano Ronaldo al Paris Saint Germain. Dopo l'Equipe, che nei giorni pre Juventus-Lione aveva parlato del presunto malumore del portoghese, intenzionato a cambiare aria, ci ha pensato Le10Sport a rincarare la dose. Secondo il giornale transalpino, c'è in programma un incontro fra Leonardo e Jorge Mendes a Lisbona, in occasione delle Final Eight di Champions League, per parlare del futuro di CR7, il cui contratto faraonico con la Vecchia Signora scade fra un anno. Da Torino piovono smentite. Del resto, già dopo l'eliminazione dalla massima competizione europea, Andrea Agnelli aveva definito Ronaldo come una colonna del club, dicendosi certo della permanenza del cinque volte Pallone d'Oro. 

Innegabile però che l'attaccante di Madeira sia rimasto alquanto deluso dal finale di stagione. Cristiano sperava di potersi giocare la Champions nel suo Portogallo e invece dovrà assistere da spettatore alla fase decisiva. "Ora è tempo di riflettere, è tempo di analizzare gli alti e i bassi perché il pensiero critico è l'unico modo per migliorare. Un club grandissimo come la Juventus deve pensare come il migliore al mondo, lavorare come il migliore al mondo, così da poterci definire uno dei migliori e più grandi al mondo", recita un estratto del messaggio social pubblicato ieri dall'ex Real Madrid, poco prima della nomina di Andrea Pirlo come nuovo allenatore. 

E chissà quale sarà stata la sua reazione a questa decisione della società. Di certo il 'Maestro' gode del rispetto di CR7 per quanto fatto in campo da calciatore. Ma il mestiere di tecnico significa nuove responsabilità, nuove dinamiche e alchimie: a Pirlo il compito di convincere Ronaldo attraverso la bontà delle proprie idee, a patto che il fenomeno lusitano non decida di prendere altre vie, scenario che tuttavia la Juventus non intende prendere nemmeno in considerazione.