Chiesa in azione
Chiesa in azione

Torino, 30 ottobre 2020 - "Quando ho saputo della trattativa con la Juventus erano proprio gli ultimi giorni di mercato. Ringrazio la società per avermi cercato e per lo sforzo che ha fatto per prendermi dalla Fiorentina. Sono davvero contento di scendere in campo con questa maglia e di giocare per un club così prestigioso". Nonostante le tre partite già disputate con la Vecchia Signora, per Federico Chiesa non c'era stata ancora l'occasione di presentarsi alla stampa. E' successo oggi e il classe '97 ne ha subito approfittato per salutare la sua ex squadra. "Ci tengo a ringraziare pubblicamente la Fiorentina e la città di Firenze per questi 14 anni tra settore giovanile e prima squadra, durante i quali sono cresciuto come uomo. Ringrazio Della Valle e Commisso e infine i tifosi viola che mi hanno supportato nel bene e nel male". 

"A disposizione di Pirlo"

Adesso però è il momento di vivere una nuovo capitolo della propria vita e della propria carriera. "Da quando sono qua per me è tutto nuovo, anche gli allenamenti. Devo imparare a fare ciò che mi chiede il mister. Dove mi mette in campo, io gioco, sia a destra che a sinistra - dice Chiesa - I tanti soldi spesi dal club per avermi? Sicuramente c'è un po' di senso responsabilità, ma quando scendo in campo penso solo ad aiutare i miei compagni e a essere a disposizione dell'allenatore. La prima partita in Champions? Mi ha lasciato sensazioni fantastiche. Giocare nella massima competizione europea per la Juventus è stata un'emozione unica. Abbiamo fatto una grandissima gara a Kiev, un po' meno contro il Barcellona, ma con il lavoro e gli allenamenti sicuramente arriveranno i risultati che meritiamo". 

Testa allo Spezia

Non semplice il periodo attraversato dai campioni d'Italia. "Ma seguiamo tutti mister Pirlo - sottolinea il 33 bianconero - Anche se sono qui da poco, ho capito che la mentalità è quella di giocare sempre per vincere. Siamo una squadra in costruzione, ma volgiamo fare punti e risultati. Nello spogliatoio siamo uniti e vogliamo giocarci al meglio la partita contro lo Spezia che sarà fondamentale". Il rientro di Cristiano Ronaldo sicuramente potrà aiutare. "Non ho ancora avuto il piacere di salutarlo e di allenarmi con lui, ma sarà una gioia non appena succederà".

Leggi anche - Le gare della sesta giornata di serie A