Giorgio Chiellini
Giorgio Chiellini

Torino, 27 ottobre 2021 - "L'addio di Ronaldo? E' andato via il 28 agosto, sarebbe stato meglio se fosse successo prima perché la sua partenza ha creato un piccolo shock e qualcosa in termini di punti lo abbiamo pagato ad inizio campionato". Giorgio Chiellini torna su quanto accaduto a fine mercato, con il trasferimento di CR7 al Manchester United, quando ormai sembrava troppo tardi per una separazione con la Juventus. Separazione che invece si è poi concretizzata. "Sono onorato di aver vissuto questi anni con lui. E' un alieno, rimarrà nella storia come Maradona e Pelé: ha dato una spinta enorme a tutto il mondo Juve - le parole del difensore bianconero ai microfoni di Dazn - Che in estate potesse andare via l'avevo percepito: Cristiano sentiva il bisogno di una squadra che giocasse per lui e quando questo accade è sempre decisivo. Alla Juve è in atto un programma di ringiovanimento e poteva starci che lui scegliesse una squadra che puntasse al presente e quindi a vittorie immediate". 

Elogi a de Ligt e Allegri

A proposito di futuro: l'erede di Chiellini la Vecchia Signora sembra avercelo già in casa e risponde al nome di Matthijs de Ligt. "E' fortissimo, io lo chiamo Thor. L'erede della BBC? Se fosse stato italiano sarebbe stato più facile da tenere così tanti anni, mi auguro che Mino (Raiola, ndr) ci faccia il piacere di lasciarlo ancora un po' di anni a Torino - dice il capitano della Juventus - Lui ha tutto, ma la differenza la fa la testa: ha 22 anni e la mentalità di uno di 30 e si pone l'obiettivo di voler migliorare tutti i giorni". Chi tutti i giorni ha la fortuna di poter assistere e curare la crescita dell'ex Ajax è Massimiliano Allegri. "Lui e Conte sono stati gli allenatori più importanti della mia carriera nonostante siano così diversi ma accomunati dall'essere vincenti. Da loro - continua Chiellini - ho imparato a superare gli ostacoli attraverso l'etica del lavoro e ad affrontare le sfide anche con un pizzico di leggerezza. Allegri l'ho ritrovato molto carico, è una certezza per i prossimi anni della Juve". 

Leggi anche: Milan-Torino 1-0