Barzagli e Chiellini
Barzagli e Chiellini

Torino, 21 maggio 2019 - Anche a margine dell'evento di beneficenza a Fiano - in provincia di Torino - al Royal Park 'I Roveri', organizzato dalla Onlus 'Insuperabili', si parla del futuro della panchina della Juventus. E non poteva essere altrimenti, vista la presenza del vice presidente bianconero Pavel Nedved e di alcuni calciatori come Giorgio Chiellini, Leonardo Spinazzola e Juan Cuadrado. "Il futuro allenatore? Non so niente, ma a prescindere da chi sarà continueremo a vincere, è nel Dna della Juventus - sottolinea il difensore e capitano della Vecchia Signora -. Si è solo chiuso il ciclo con il mister Allegri, che dobbiamo ringraziare. Ha dato tanto e magari chissà, in un futuro potrebbe tornare".

Dispiaciuto per l'addio al tecnico livornese è anche Spinazzola. "Quando ci ha detto che andava via ci ha commosso. Era davvero provato - racconta l'ex Atalanta -. Per quanto riguarda il nuovo allenatore, se ne occupa la società. Se resto qua anche l'anno prossimo? Certo. Ho lottato tanto per tornare a Torino e adesso non intendo andarmene per almeno dieci anni. A gennaio avrei potuto cambiare maglia e invece mi sono giocato le mie carte qua. Allegri mi ha insegnato che il risultato viene prima di tutto. Siamo la Juve, quindi dobbiamo vincere sempre. Arriva Milinkovic-Savic? Sarebbe tanta roba...".

Come Spinazzola, pure Cuadrado non vuole lasciare la squadra campione d'Italia. "Mi trovo molto bene a Torino. La partenza di Allegri mi ha stupito, però sono cose all'interno di un club. Il mister mi ha aiutato moltissimo e grazie a lui sono cresciuto molto: mi sento un giocatore più completo. Il nome del successore? Bisogna chiederlo a Paratici. La dirigenza ci starà lavorando".