Leonardo Bonucci
Leonardo Bonucci

 

Torino, 26 ottobre 2020 - Sospiro di sollievo per Leonardo Bonucci. Costretto a uscire per un problema alla coscia destra nel secondo tempo di Juventus-Hellas Verona, il difensore viterbese questa mattina si è sottoposto agli esami strumentali, che non hanno evidenziato lesioni muscolari. "Pertanto le sue condizioni verranno monitorate di giorno in giorno", fa sapere il club campione d'Italia. La presenza del numero 19 per la sfida con il Barcellona è tuttavia da escludere: più facile rivederlo in campo domenica a La Spezia. Quella di mercoledì sarà la prima assenza stagionale per l'ex Bari, vero e proprio stakanovista bianconero. 

L'importanza di Bonucci

 

Basti pensare che nella scorsa annata, il classe '87 ha collezionato 47 presenze da titolare e saltato cinque partite, di cui due per squalifica, rimanendo in campo in totale per 4.165 minuti. Segno dell'importanza rivestita da Bonucci a prescindere dall'allenatore che siede sulla panchina della Juventus. Bonucci che Andrea Pirlo come pensa di sostituire in Champions League? Con Matthijs de Ligt ancora fermo ai box (ma il suo rientro dovrebbe essere questione ormai di poco), il tecnico della Vecchia Signora spera di recuperare Giorgio Chiellini, anch'egli come Bonucci reduce da un guaio muscolare accusato contro la Dinamo Kiev, ma che non ha comportato lesioni. 

Danilo al fianco di Demiral? 

 

Avere a disposizione il capitano, garantirebbe a Pirlo la presenza di almeno una delle due colonne del reparto arretrato piemontese delle ultime stagioni. E contro Messi e compagni farebbe estremamente comodo, anche perché l'alternativa è quella di schierare una difesa a quattro e non a tre, come avvenuto nel finale contro il Verona dopo il forfait di Bonucci, con Danilo al fianco di Merih Demiral. In questo caso toccherebbe poi a Juan Cuadrado e a Gianluca Frabotta agire da terzini rispettivamente di destra e di sinistra (Alex Sandro è tuttora in infermeria) per arginare le folate offensive dei blaugrana, ma pure per provare a fare loro male. 

Leggi anche: Paratici e il rinnovo di Dybala